Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Tra la Roma ed il tricolore c'è il gioiello Sebastiano Esposito

Poniamo la lente d'ingrandimento sul talento nerazzurro, sempre più uomo-simbolo delle giovanili dell'Inter



Sebastiano Esposito, bomber dell'Inter

Tra la Roma e lo Scudetto c'è un devastante Sebastiano Esposito, astro nascente della cantera nerazzurra e senza dubbio l'uomo del momento in casa Inter. Ne sa qualcosa Alberto De Rossi, che ha visto svanire i sogni tricolore proprio a causa di una doppietta del gioiello di Castellammare di Stabia. E ne sanno qualcosa anche i 2002 dell'Atalanta, che sono usciti sconfitti con un sonoro 3-0 dalla semifinale. Indovinate chi ha messo la propria firma anche su questa partita. Neanche a dirlo, Sebastiano Esposito, con una doppietta, l'ennesima. L'attaccante dell'Inter, tra le altre cose, è anche reduce dall'Europeo Under 17 in cui ha messo in luce ancora una volta tutte le sue caratteristiche migliori. La volontà della società è quella di trattenerlo e sembra che il club nerazzurro punti davvero forte su di lui avendo già rifiutato alcune proposte piuttosto allettanti dai maggiori top club europei. Tornando alla finale che andrà in scena questa sera, è senza dubbio Esposito il pericolo maggiore per i ragazzi di Fabrizio Piccareta. Il bomber nerazzurro ha segnato 26 gol nelle sue 36 apparizioni stagionali (16 reti in 14 partite con l'Under 17 e 7 nei 18 impegni con la Primavera, comprese coppe e fasi finali. Senza dimenticare il gol nei venti minuti giocati in Supercoppa Primavera). A condire il tutto l'esordio in Europa League contro l'Eintracht Francoforte, in cui addirittura uno come Luciano Spalletti, non proprio avvezzo nel lancio dei giovani, lo gettò nella mischia. Anche se, è bene evidenziare, le insidie non si fermano a lui, dato che mister Zanchetta dispone di un organico di un livello davvero eccellente e le soluzioni sono molteplici. Lo stesso Esposito è in grado di ricoprire qualsiasi ruolo nel reparto avanzato grazie ad un fisico da prima punta e delle qualità tecniche da numero 10. Occhio alle sue punizioni: chiedere proprio ai giallorossi che l'anno scorso caddero nella semifinale Under 16 sotto i suoi colpi. Sebastiano, come detto, ha già fatto male alla Primavera della Roma, condannandola di fatto ad abbandonare la lotta Scudetto. Staremo a vedere se nella finalissima Under 17 si rivelerà una spina nel fianco della difesa giallorossa, oppure se Tripi&co. riusciranno ad ingabbiarlo tra le loro grinfie.