Notizie
Categorie: Giovanili

Trastevere, Ciotti: "Il successo è la crescita dei ragazzi"

Il responsabile del settore giovanile amaranto ha commentato le scelte dei nuovi tecnici subentrati e di quelli confermati e ha parlato del suo futuro



Fabrizio Ciotti ©Lori

"La stagione appena conclusa poteva essere storica per la storia della nostra società". C'è amarezza nelle parole di Fabrizio Ciotti, responsabile del settore giovanile del Trastevere, club che avrebbe potuto piazzare 3 squadre nelle finali, tra Juniores Nazionali, Under 17 e Under 16. "L'Under 15 era un gruppo molto superiore rispetto a quanto la classifica dicesse, avrebbe raggiunto l'obiettivo, ma ha avuto un'annata storta per tanti motivi. L'Under 14 dopo una fase iniziale iniziale caratterizzata da alti e bassi stava crescendo dal punto di vista del lavoro, del gioco e dei risultati. È un peccato che si siano dovuti fermare". In attesa della ripresa degli allenamenti per preparare al meglio la prossima stagione è stata da poco promulgata la lista degli allenatori che guideranno le varie squadre dell'agonistica: "Abbiamo deciso di confermare i mister Mazza, Bernardini e Ciambella per quanto riguarda la Juniores Nazionale, Under 17 e Under 16. Una scelta naturale dato l'ottimo lavoro svolto, la quale si traduce poi in crescita e maturazione dei ragazzi che presenteremo alla prima squadra. Le due nuove figure appena entrate, mister Centomani per l'Under 15 e mister Lo Surdo per l'Under 14 sono frutto di un'attenta valutazione mirata a dare un importante impulso in due categorie dove sicuramente possiamo crescere ulteriormente". Per un ruolo come quello Fabrizio Ciotti, la priorità è la crescita dei ragazzi, ancor prima delle ambizioni personali: "Il mio scudetto stagionale è vedere ogni anno elementi che dalle giovanili arrivano a proporsi in prima squadra. Ringrazierò sempre la famiglia Betturri per come mi permette di lavorare. Se non saranno stanchi di Ciotti probabilmente tra qualche anno sarò ancora in giro per il Trastevere Stadium a vedere i ragazzi che si divertono e crescono in un contesto unico".