Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 19 DIL.

Trofeo Tortora, trionfo Campus Eur: cinquina al Tanas

La compagine bianconera stende lo Sporting e mette le mani sulla Coppa Lazio



COPPA LAZIO TROFEO TORTORA - FINALE

CAMPUS EUR - SPORTING TANAS 5-2

CAMPUS EUR Aceto 6.5, Galeani 6.5, Cosentino 7 (40’st Querini), Rambaldo 6.5, Matteoli 6.5, Pretti 6, Marrella 7, Visconti 6.5, Cipriani 10 (42’st Lonardo), Lazzeri 7.5 PANCHINA Pompei, Tataru, Pietraforte, Ranaglia ALLENATORE Coppola

SPORTING TANAS Migliorini 5, Scarpetti 5.5 (6’st Fecchi 5), Bartolucci 5, Carboni 5.5, Rosalba 5.5, W. Danesi 5.5, Dridi 6.5, Ricci 6, Di Fabio 5.5 (29’st Chiriaco), T. Danesi 6 (6’st Cippone), Porzia 5.5 PANCHINA Bucci, Di Leva, Piermattei, C. Rosalba ALLENATORE Ranieri 

MARCATORI 9’pt Porzia (S), 22’pt Dridi (S), 25’pt, 37’pt, 33’st e 39’st Cipriani (C), 21’st Matteoli (C)

ARBITRO Bosco di Ostia Lido 

ASSISTENTI Nardini e Leonardi entrambi della sezione di Ostia Lido 

NOTE Rigore fallito Al 26’pt da Ricci (S) parato da Aceto (C) Allontanato al 40’st il tecnico dello Sporting Tanas Fabio Ranieri (S) per proteste Espulsi 34’st W. Danesi e Porzia (S), 38’st Chiriaco (S), 39’st Bartolucci (S), Fecchi (S) a fine partita Ammoniti Matteoli, Fecchi, Ricci, Carboni Angoli 6 a 3


Image title

Grazie ad una quaterna siglata da Cipriani la Campus Eur si aggiudica il trofeo Coppa Lazio, in memoria di Elio Tortora, riservato alla categoria Juniores. Esce sconfitto e colpevole di un nevrotico quanto poco giustificato finale, uno Sporting Tanas comunque lodevole nella prima frazione di gioco. Al Flavio Gagliardini ben sette reti complessive caratterizzano una gara che, Julian Bosco ha gestito con non poche difficoltà. Al 6’ Tanas vicino al vantaggio con un destro di Dridi che coglie in pieno il palo alla sinistra di Aceto. La compagine di Primavalle sblocca la contesa tre minuti dopo: assist calibrato da parte del numero sette Dridi per Porzia che a tu per tu col portiere segna aprendo il piatto destro. I ragazzi di Ranieri sono indemoniati ed al 22’ raddoppiano grazie ad una corta respinta di Aceto su punizione deviata, che Dridi trasforma nel doppio vantaggio parziale. Si scuote la Campus e, al 23’ accorcia con una bella giocata da parte di Cipriani bravo col corpo a prendere posizione sul proprio marcatore, prima di infilare Migliorini di sinistro. Passa un solo minuto e Matteoli stende Porzia nella propria area di rigore: dal dischetto è prevedibile la conclusione di Ricci: Aceto respinge ed evita l’1-3. I neri di mister Coppola prendono nuovamente coraggio, vanno vicini con Lazzeri al pari (destro parato) al 28’ poi, nove minuti dopo, riprendono quota nel match grazie a bomber Cipriani, micidiale nuovamente col mancino: 2-2. La ripresa si apre con un assolo di Lazzeri che serve a Cipriani una palla d’oro: stavolta il numero 9 spedisce la sfera a lato, seppur di un soffio. Al 49’ci prova col destro l’elegante Marrella: Migliorini dice di no. Lo Sporting Tanas è alle corde e senza fiato, Ranieri prova a mascherare la stanchezza lampante da parte dei suoi con due sostituzioni ma la Campus Eur esce fuori lo stesso alla grande e tra il 66’ ed il 78’ chiude i giochi grazie a due palle vacanti in mischia che Matteoli prima e Cipriani poi, tramutano in un 4 a 2 devastante, quanto brusco per i bianchi. Per lo Sporting Tanas è la fine. I romani vedono sfumare definitivamente il loro sogno, si lasciano prendere dal nervosismo, chiudendo la partita in sette uomini. Proteste e interventi scomposti caratterizzano i successivi 6 minuti dello Sporting. C’è tempo per il poker di Cipriani (morbido lob al minuto 84). Finale simbolico con lo Sporting Tanas bravo a scusarsi con chi era presente, per omaggiare ancora una volta la figura del compianto Elio Tortora. Scuse, elegantemente e saggiamente accettate da tutti: in fondo si tratta di ragazzi che hanno perso un po’ il controllo dopo aver visto il loro sogno di conquistare la Coppa svanire via.