Notizie
Categorie: Cronaca e cultura

Tutte le misure per lo sport: la diretta di Spadafora

Il ministro è intervenuto sul suo profilo Facebook ed ha elencato le misure inserite nell'ultimo decreto del Governo



Vincenzo Spadafora

Contributi a fondo perduto, finanziamenti, voucher, bonus per i lavoratori sportivi, aiuti per le spese. Sono tante e cospicue le misure inserite nel Decreto Rilancio per lo sport. Il Ministro Vincenzo Spadafora nel tardo pomeriggio di ieri ha quindi fatto il punto della situazione con una diretta sulla sua pagina Facebook ufficiale in cui ha elencato cifre e dati, rispondendo anche alle domande dei followers. Oltre alle misure valide per l'immediato il ministro ha anche annunciato una riforma per i lavoratori del mondo dello sport poiché "I giovani e lo sport possono essere le leve per il futuro" ha affermato annunciando anche una collaborazione con il ministero dell'Istruzione, con protocolli da attuare entro l'estate.  


Bonus collaboratori sportivi

Una delle misure più discusse dati gli ingenti ritardi. Arrivano le scuse del Ministro ed anche le conferme sull'erogazione. "Presto tutti i collaboratori sportivi che ne hanno fatto richiesta avranno il bonus di marzo e sarà automatico per tutti anche per aprile e maggio. Su 131.077 richieste, 75mila hanno già ricevuto il bonus di marzo; restano fuori 47.700 persone ed è una cosa di cui mi scuso, ma spero che il Mef trasferisca i soldi a Sport e Salute al massimo la settimana prossima" E' prevista poi un'ulteriore finestra per chi ancora non avesse fatto la richiesta ed è stata tolta la barriera dei 10mila euro annui per poter accedere. Tutte le modalità per la richiesta (così come per rimanere informati su altre misure) sono disponibili sul sito istituzionale del Governo clicca qui.


Cassa integrazione

E' stata istituita la cassa integrazione in deroga per più di 5000 persone che lavorano nel mondo dello sport con regolare contratto e che abbiano un reddito inferiore ai 50mila euro annui e che siano iscritti al Fondo Pensione Sportivi Professionisti. Verrà erogata in maniera automatica rispetto alle precedenti occasioni.


Aiuto per gli affitti, anche tra privati

Dopo l'accordo ottenuto tra società sportive ed entità pubbliche, la misura per l'aiuto sul pagamento dell'affitto viene estesa anche agli accordi tra privati. C'è la possibilità di rinegoziare durata e canoni. La nuova norma abbatte almeno del 50% il costo ed è retroattivo. Significa che chi dovesse aver già pagato per intero le somme dovute può, accordandosi col locatore, evitare i nuovi pagamenti od ottenere indietro quanto già versato. La misura è infatti valida dal mese di marzo a quello di luglio ed ha nell'emergenza sanitaria il suo fondamento.


Aiuti per le SSD e le ASD

Oltre alle formule del prestito, sono previsti aiuti a fondo perduto per le ASD e le SSD. Su sito sport.governo.it sarà pubblicata tutta la modulistica necessaria. Al fondo (che ha una disponibilità di circa 100 milioni dopo il lavoro tra CONI, CIP, Sport e Salute e ministero) potranno accedere anche gli enti di promozione sportiva. Fondamentale l'apporto delle varie federazioni, alle quali le socità potranno fare riferimento per ottenere gli aiuti. Proseguono intanto le presentazioni per le domande di finanziamento al Credito Sportivo per la richiesta di prestiti a tasso 0 e senza garanzia. Il Ministro ha spiegato che in media la somma richiesta si aggira intorno ai 18mila euro. ASD ed SSD potranno anche accedere al bando Sport e Periferie, per il quale sono stati raddoppiati i fondi (da 70 a 140 milioni) e potranno essere richiesti fondi tramite i comuni per opere di ristrutturazione. Governo vicino alle società anche con l'abbattimento dei costi fissi per le bollette dell'energia elettrica e viene dato un aiuto col 60% del credito di imposta sulle opere di sanificazione


Sono previsti infine misure per chi avesse ottenuto abbonamenti sportivi e non li avesse sfruttati (dentro palestre, centri sportivi) oppure per chi avesse acquistato titoli per assistere ad eventi sportivi. Questi potranno essere commutati in voucher da concordare con chi ha erogato il servizio.  Nella chiusura del suo intervento (che è disponibile per intero cliccando qui) Spadafora ha poi ipotizzato, con un augurio, la ripresa degli sport di squadra per il mese di giugno.