Notizie
Categorie: Promozione - Dilettanti

Una scommessa vinta: sarà un Fiumicino...Reale

Il giovane esterno difensivo (classe 2002) è un'intuizione del presidente Munaretto. La scelta ha ampiamente pagato



Alessandro Reale

L'intuizione è arrivata durante il mese di luglio. Un scelta rischiosa, come qualsiasi scommessa. Ma se il talento c'è, poi viene fuori. L'intuizione è stata del presidente, Simone Munaretto, che ha voluto fortemente al Fiumicino Alessandro Reale, esterno basso di destra classe 2002. Nella stagione precedente si era messo in mostra con la maglia della SFF, ed era stato inizialmente chiamato per giocare principalmente con l'Under 19 e poi, all'occorenza, essere inserito nelle turnazioni di Di Ruocco. Dopo poco tempo, però, Reale è divenuto un punto fermo anche essendo il più giovane della compagnia. Ha vissuto una stagione da protagonista con la sua abilità di imporsi in tutte e due le fasi rivelandosi passo dopo passo un vero valore aggiunto per la formazione che prima della sosta era ad un solo punto dal Cerveteri capolista. Reale ha, senza dubbio, bruciato le tappe diventando un perno del quartetto rossoblù davanti a Molon giocando praticamente sempre dall'inizio. Ha offerto sempre prestazioni continue nel rendimento, offrendo anche una buona dose di pericolosità nella trequarti offensiva. Caratteristica questa che gli è valsa un pezzo del premio come migliori giocatore della sfida contro il Montefiascone (2ª giornata) quando i rossoblù si imposero contro i falisci con un rotondo 3-0 Unica pecca di un quadro che appare perfetto? Le ammonizioni. Probabilmente un difetto ancora legato alla giovane età, ma che sicuramente sarà in grado di limare in vista degli alti standard che attendono il Fiumicino nel prossimo futuro.