Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Under 15, lo Scudetto è del Piacenza! Paganese ko

Partita pazzesca a Santarcangelo, con tanti ribaltamenti di fronte e tanti gol. Trionfano i biancorossi, domani la Supercoppa con la Roma



Piacenza campione (FOTO De Cesaris)PAGANESE Pinestro, D’Avino, Semonella (28’st Quaglietta), Di Maio, Iannuale, Domanico, Norcia, Terracciano, Campanile (1’st Manzi), Salerno, Caiazzo (1’st Colonna) PANCHINA Gianfagna, Bologna, Biccari, Fucci, Bolognini, Silvestri ALLENATORE Matrecano

PIACENZA Maianti, Lucanto, Cloralio, Borsatti, Villoni, Baia, Geraldo Ruiz, Riva, Turrà (28’st Balduzzi), Poerio (31’st Hrom), Semenza PANCHINA Tortora, Dramis, Boffini, Meloni, Garbati, Fermi, Corsaro, Hro ALLENATORE Giacobone

MARCATORI Turrà 1’pt (PI), Salerno 6’st (PA), Norcia 20’st (PA), Semenza 22’st (PI), Turrà 26’st (PI)

ARBITRO Crezzini di Siena

ASSISTENTI Colonna e Ravera

NOTE Ammoniti Turrà Angoli 3-6 Fuorigioco 1-0 Rec. 1’pt-4’st


Tempo di finali, di esami di verdetti. Anche in Serie C, per i ragazzi classe 2004. Obiettivo, lo Scudetto e la finale di Supercoppa contro la Roma già campione d’Italia nella sfida di ieri al Milan. Domani la gara del Bucci di Russi, oggi lo Scudetto della serie minore di categoria. Due squadre impressionanti, che nel corso della stagione hanno sbaragliato ogni avversaria confermandosi impressionanti in attacco e in difesa, con gioco e compattezza invidiabili. Due undici duttili e davvero competitivi che si scontrano meritevolmente nell’ultimo atto.

Primo tempo a marca emiliana Pronti via e il Piacenza è già in vantaggio! Azione sulla destra magistrale di Semenza, il quale salta due tre avversari, si accentra in area e conclude sul palo lontano dove però si allunga Pinestro. Turrà, il solito numero nove biancorosso, si avventa sulla ribattuta e insacca ancora il tap-in vincente degli emiliani. Paganese freddata in avvio. Risponde la compagine campana di mister Salvatore Matrecano, in avanti al 7’ con Norcia che tenta la conclusione dall’out di destra, entrando in area: la palla però finisce sul fondo del primo palo. La compagine bianco-blu, oggi in divisa gialla con ricami cobalto, si blocca a centrocampo nei tentativi di ripartenza palla al piede. Il Piacenza contiene e gestisce il gol lampante. I biancorossi si rifanno sotto al 15’ con Geraldo Ruiz, che però non riesce dalla sinistra a servire bene in mezzo Turrà dopo una buona cavalcata laterale. Pericolo Paganese al 16’, con Terracciano che tenta il mancino potente e angolato alla sinistra di Maianti, bravo però nell’allungo. Brivido bianco-blu al 22’ con la botta di Terracciano da dentro l’area, dopo una ribattuta della difesa piacentina su calcio d’angolo paganese. A poco più di dieci giri d’orologio il risultato vede sempre gli emiliani in vantaggio e la gara proseguire su ritmi un po’ blandi ma con qualche fiammata. Lampo della Paganese anche con Salerno, il quale a giro dal limite sinistro del box tenta la conclusione a giro dove però arriva ancora Maianti. In casa biancorossa gli spunti maggiori provengono da Ruiz e Semenza, bravi ad imprimere un cambio di passo ad una manovra spesso compassata e condita di imprecisioni tecniche. Ci prova ancora Norcia, poco convinto da buonissima posizione in area. A rispondere, per il Piacenza, è Poerio a giro, sulla sinistra: bellissima la traiettoria a giro sul secondo palo, sfiorato di un niente. Sessanta secondi di extra-time assegnati dal signor Crezzini della sezione di Siena, poi tutti al riposo e Piacenza avanti.

Secondo tempo di risposta campana I giallo-blu ripartono con due novità in attacco e sfiorano il pari con la botta in area di Salerno, unico dei tre offensivi ancora in campo dopo l’intervallo. Un cambio tecnico per Campanile e Caiazzo che conferma le mosse in corsa con cui la panchina campana prova ogni volta a smistare le carte. Così è anche stavolta, perché segna Salerno con un bel dribbling nello stretto in area e il sinistro vincente sul primo palo a firmare il pareggio sui piacentini. È un’altra Paganese in quanto a ritmo e spunti offensivi, ma c’è anche il Piacenza, ancora insidiosa con un via-vai di Poerio nello stretto in area. La Paganese però in questa frazione riparte bene: al 20’ manovra di contropiede sulla sinistra, con il neoentrato Manzi lanciato in verticale e bravo a superare in un lampo il diretto avversario. Il numero 19 va al tiro che però è respinto ancora da un grande Maianti, ma sulla ribattuta a centro area accorre puntuale Norcia e fa 2-1 ribaltando tutto.

I biancorossi non ci stanno Al 22’, però, risponde ancora il Piacenza: angolo dalla destra e palla lunga per il solito Semenza, che da due passi deposita ancora in rete e fa 2-2. Biancorossi ancora fiammanti dopo una prima parte di ripresa a marca paganese. Delirio Piacenza al 26’, con Turrà che anticipa il portiere, imbeccato verticalmente, e incorna il clamoroso nuovo sorpasso emiliano.

Ultime battute Sono quattro i minuti di extra-time concessi, la Paganese ci prova in tutti i modi ma i biancorossi resistono lì dietro. Finisce così, è tripudio emiliano e Scudetto! La Supercoppa con la Roma se la giocheranno i ragazzi di mister Mattia Giacobone