Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 19 DIL.

Vescovio, una squadra del popolo tifata dal popolo

I tifosi biancorossi riempiono gli spalti anche in Under 19. Nel mondo degli ultras biancorossi ci entriamo con Cristiano Lucarelli



Gli ultras del Vescovio ©Tucci

Nel cuore di Roma Nord, più precisamente nella storica Piazza Vescovio, un gruppo di ragazzi nel 2003 ha deciso di trasformare la loro passione per il calcio giocato in quella che negli anni è diventata prima una squadra e poi un'istituzione; il tutto dandole un nome e due colori, più precisamente il bianco e il rosso. È questa la genesi dell'Atletico Vescovio, che ancora oggi fa battere forte i cuori trascinando nel tempo e nello spazio l'enorme passione di quel drappello di ragazzi da dove tutto iniziò. Anche e soprattutto in una categoria come l'Under 19, spesso tralasciata dal pubblico senza una reale motivazione, se non a causa di inutili e insensati pregiudizi, i biancorossi esprimono tutto il loro amore e la loro vicinanza ad una formazione che rappresenta molto di più che un semplice club di calcio dilettantistico. E allora come non fare a prenderli da esempio in questa categoria che diverte tanto in campo e che potrebbe divertire molto anche sugli spalti se tutti esprimessero quello che ogni sabato viene espresso all'Amici Di Labaro o in trasferta, ovunque giochi l'Atletico Vescovio. Siamo andati dunque a sentire chi si fa in quattro per organizzare al meglio questo vero e proprio spettacolo da spalti, ovvero Cristiano Lucarelli, che così commenta: “Noi teniamo molto a questa categoria perché credo che sia genuina, per questo mi piace sostenere i ragazzi a più non posso con cori e tamburi. Cerchiamo di coinvolgere tutti e spesso ci riusciamo, facendo cantare anche quei genitori che inizialmente sembrano meno presi e che poi diventano i più appassionati, insieme ai piccoli della scuola calcio, che sono sempre numerosi e rumorosi”. Il tutto fatto in maniera sana e divertente: “Noi abbiamo un modo di tifare tutto nostro. Tifiamo esclusivamente per i nostri beniamini, lasciando da parte qualsiasi tipo di insulto. Noi vogliamo solo il meglio per il Vescovio, che per noi è come una sposa”. Insomma, passione e amore puro, l'Atletico Vescovio è anche questo e può vantare veramente il dodicesimo uomo in campo