Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 19 DIL.

Vis Aurelia, Calabresi: "Siamo in grande crescita"

Il tecnico dei classe 2001-02 parla degli ultimi risultati positivi della sua squadra e racconta il match con il Montespaccato



Fabio Calabresi, Vis AureliaUn sabato da autentica protagonista per la Vis Aurelia, che ha vinto in casa della capolista, confermando il suo buon campionato fin qui. Soddisfatto, dunque, Fabio Calabresi, il tecnico di una squadra partita per salvarsi, ma che si trova stabilmente nella zona medio-alta della classifica. "Non c'è stata solo la vittoria contro il Montespaccato - esordisce il mister - oltre a loro abbiamo affrontato in rapida successione anche Aranova ed Ottavia. C'era il rischio di non centrare nemmeno un punto ed invece ne abbiamo trovati sei e contro formazioni che si giocheranno la promozione in Elite non era, dunque, affatto scontato. Nel match contro il Montespaccato (capolista del girone A e fino a sabato scorso imbattuta tra le mura amiche ndr) i ragazzi sono stati pressoché perfetti tatticamente. Avevamo preparato la gara in maniera tale da togliere a loro tutta la zona di rifinitura, il loro punto forte, obbligandoli ad usare le catene esterne e ad andare sul fondo. Bravissimi anche in fase di recupero palla, con i ragazzi che sono sempre usciti in modo pulito anche nelle situazioni più difficili. I loro gol sono arrivati infatti per occasioni fortunose. Nella prossima sfida affronteremo la Fulgur Tuscania, una squadra davvero tosta. Non sono una sorpresa, perché già alla prima giornata non mi erano dispiaciuti, nonostante siano partiti un po' a rilento, mentre noi abbiamo approcciato alla stagione in maniera veemente. È una squadra organizzata e che sa palleggiare e all'andata vincemmo soltanto grazie ad un rigore. Il loro campo è in erba naturale e molto ampio, ma non dovrá essere un alibi. La vittoria con il Montespaccato ci ha dato grande entusiasmo, che ci ha fatto lavorare bene. La partita contro i biancazzurri è però già il passato. Dobbiamo pensare al prossimo impegno come fosse una finale, con la massima concentrazione. Siamo partiti per salvarci, al momento abbiamo sette punti di vantaggio sulla zona play out, ma il campionato è davvero lungo. Credo che il prima possibile dobbiamo arrivare intorno ai 35 punti per stare tranquilli, in un girone molto equilibrato".