Notizie
Categorie: Dilettanti

Vis Aurelia, un gran 2019. Ci sono le basi per un super 2020

Tante novità per il club di via Ventura, in forte ascesa dalla scuola calcio alla prima squadra



Vittoriosi: i 2007 della Vis Aurelia

Si chiude un 2019 dai contorni positivi in casa Vis Aurelia. Dalla prima squadra alla scuola calcio, passando per il settore giovanile, il club biancazzurro saluta l'anno che sta arrivando con tanti buoni propositi, frutto del lavoro svolto in precedenza. Sono cambiate tante figure nel corso dell'estate ed i cambiamenti hanno portato una ventata di novità e di risultati positivi che stanno riproponendo la Vis Aurelia tra le migliori realtà del calcio regionale. La prima è stata quella di inserire Fabio Del Monte come nuovo ds. Dopo l'esperienza allo Sporting Tanas, club con il quale ha conquistato due campionati Elite, ha portato tante novità in seno alla società, pur mantenendo le linee guida ormai secolarizzate in via Ventura. Con Del Monte, anche tanti nuovi tecnici, tranne Andrea Di Giovanni, che ha preso in carica il gruppo Under 14 e lo ha condotto al primo posto, facendo registrare anche il miglior attacco del girone. Segnale inequivocabile di un gioco corale e di qualità. Quattro in totale, quindi, i nuovi volti sulle panchine del settore giovanile biancazzurro. Fabio Calabresi ha assunto la guida dell'Under 19, conquistando con una gara in meno rispetto alle concorrenti il momentaneo quarto posto, a -3 dal terzo, e con la terza miglior difesa. E' settimo, ma in totale ascesa, lo stesso Del Monte con l'Under 17, reduce da una striscia positiva di 7 punti nelle ultime tre gare. Squadra di qualità, frenata da qualche buco in rosa, colmato nel corso del mercato di dicembre. L'Under 16 centra per ora il quinto posto, certificandosi come squadra senza mezze misure, visto che finora non ha mai pareggiato e che ha il terzo attacco del girone. Alla guida dei 2004, Stefano Onorati. Nuova ed in continua crescita la figura di Pamela Valente, allenatrice dell'Under 15. Qualche X di troppo ha frenato i 2005, ma la qualità del lavoro del tecnico, alla sua prima esperienza, è già notata ed invidiata da molti. In cerca di punti importanti, infine, la prima squadra biancazzurra, neopromossa in Prima Categoria e ricca di giovani del vivaio guidata da Maurizio Anselmi, fratello del dg Massimo, deus ex machina della Vis Aurelia. Vivaio che è uno dei punti fondamentali della Vis Aurelia, con la società che continua ad essere parte della Torino Academy, con tanti giovani che sono stati messi sotto la lente d'ingrandimento dei granata. Un attestato di stima che va oltre il campo di calcio.