Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Vis Fondi, fine dell'incubo: FB5 ko e salvezza raggiunta

Dopo la vittoria all'andata le sudpontine si sono imposte anche nel match di Roma rimanendo nella seconda serie nazionale



Ilaria Palomba ©De Bonis

Dopo la partita di andata a Fondi contro l'FB5 team Rome vinta per 1 a 0 dalle fondane, gara valida per il play out di Serie A2 di calcio a 5 femminile, domenica 13 maggio si è giocato il ritorno a Roma. Le rossoblu hanno sopraffatto le avversarie con un sonoro 4 a 2 e di fatto si sono aggiudicate la permanenza, per il quarto anno consecutivo, in serie A2. Una partita che, comunque, non è stata proprio facile per la Vis. Schierate da mister Emilio Cibelli nella versione ideale, le ragazze aggrediscono subito le avversarie che, tuttavia, solo sulla carta sembrano inferiori. Ma l'azione energica porta subito il risultato sull'1 a 0. Infatti è Federica Marzi che in volata sferra un tiro secco imprendibile per la pur brava portiera dell'FB5 Team Rome. Le cose sembrano mettersi per il meglio, ma spesso, soprattutto in questa stagione, con la Vis non si può mai dire. Infatti, nel giro di poco le romane non solo pareggiano, ma si portano addirittura in vantaggio. Ciò nonostante il tifo dei Bulldog, accorsi a Roma in gran numero, non smette di farsi sentire. Nel secondo tempo ci pensa la migliore in campo, come all'andata tra l'altro, ovvero Ilaria Palomba a caricarsi addosso le compagne e la partita. Sigla così il pareggio con una vera e propria invenzione calcistica. E' il momento dei momenti, e lo si capisce anche da alcune parate propizie di Giorgia Zavettieri che in più di qualche occasione salva la porta fondana. Così le rossoblu si rimboccano le maniche, forse una delle poche volte purtroppo in questa stagione, e non solo allungano con la giapponese Ai Haruyama, ma completano l'opera con la doppietta di Ilaria Palomba. Finisce così in modo dolce la stagione più amara della Vis Fondi da quando milita nella Serie A. Ora obiettivo puntato sulla prossima stagione dove, sicuramente, tutto e tutti saranno in discussione.