Notizie

#Viteinmusica al Palladium: domani tocca a Bob Dylan

La rassegna cinematografica sui grandi artisti del nostro secolo prosegue col film di Todd Haynes sul paladino del folk-rock



Image title

Bob Dylan dagli inizi della sua carriera folk al successo, la controversa svolta verso il rock, l'incidente in moto e il conseguente ritiro dalle scene. Mercoledì 6 novembre sullo schermo del Teatro Palladium il film Io non sono qui – I’m Not There di Todd Haynes (2007), introdotto dal critico cinematografico Boris Sollazzo e dal critico musicale Giovanni Vacca (ore 18,30; la proiezione è prevista alle ore 19). L’appuntamento fa parte della rassegna #viteinmusica, che fino al 17 dicembre propone una serie di incontri con il biopic musicale. Il film ripercorre la storia del musicista in sei distinti momenti della sua vita, attraverso l’interpretazione di sei attori diversi: Christian Bale, Marcus Carl Franklin, Richard Gere, Heath Ledger, Ben Whishaw e una magistrale Cate Blanchett, premiata al Festival di Venezia per la migliore interpretazione femminile e ai Golden Globes come miglior attrice non protagonista. La pellicola ha ottenuto anche una candidatura al Premio Oscar e ai Nastri d'Argento, e ha conquistato il Premio Speciale della Giuria al Festival del cinema di Venezia. #Viteinmusica è il progetto è realizzato dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo - Collegio didattico DAMS dell’Università Roma Tre e finanziato dal MIBACT nell’ambito delle attività di promozione della cultura cinematografica. I successivi incontri sono mercoledì 20 novembre con Arrivederci Saigon di Wilma Labate (2018); Bird di Clint Eastwood (1988), sullo schermo martedì 10 dicembre; mentre martedì 17 dicembre la rassegna si chiude con il lavoro di montaggio Vite parallele. Nel solco della tradizione del film biografico, anche la sotto-categoria del biopic musicale si avvale di forme e strutture provenienti da altri generi, dal film storico al musical, e si esprime con la stessa varietà. Un elemento, tuttavia, tende a rimanere costante nel tempo: quando racconta la vita dei musicisti - un compositore, uno strumentista, un cantautore o una band - il cinema si apre alle potenzialità spettacolari e narrative della musica in forme non convenzionali. Gli incontri della rassegna #viteinmusica intendono restituire questa ricchezza: tra musica classica, folk d'autore, jazz e rock, i film proposti ripensano la funzione della musica all'interno del racconto filmico, per interpretare diversamente la storia o per inventare nuove forme di coinvolgimento spettacolare.