Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Zena, test di maturità col Riano. E Giovanazzi scalpita...

I tiburtini sono a due punti dalla zona play off e contro l'undici di Forte sognano in grande, con il loro uomo più in forma



Giovanazzi, stellina dello Zena

Una squadra in ascesa contro una in difficoltà. La prima gioca in casa e potrebbe essere un fattore non da poco. Non soltanto Sant'Angelo - La Rustica (della quale vi parliamo nell'edizione di Gazzetta Regionale in edicola domani) ma anche Zena - Riano, a rubare la scena nella decima giornata. La formazione di Corbo (che domenica ha studiato l'avversario nel match contro la nuova capolista ndr) ha tanta voglia di dire la sua. Le neopromosse in questo raggruppamento sono la metà delle iscritte, con i tiburtini che sono i più fieri portabandiera di questo ruolo, sempre un'incognita, ma spesso dalle grandi soddisfazioni, quelle che i nostalgici del Grifone stanno raccogliendo ogni settimana. Un brevissimo periodo di ambientamento nel campionato cadetto, e qualche frenata eccellente, sono bastati ai tiburtini per imporsi ed essere ora pronti a lottare per qualcosa di importante. I numeri dicono che lo Zena ha fatto davvero un gran lavoro. 22 gol segnati, 10 subiti, con la media di 2.4 reti per partita. La matematica non è mai casuale e dimostra nei fatti che l'undici di Corbo se non riuscirà ad essere uno dei protagonisti principali della stagione, quantomeno sarà costantemente una mina vagante. Molto passerà dal match di domenica contro un Riano che è nel suo peggior momento. Il miglior attacco di tutta la Promozione ha segnato solo un gol nelle ultime due sconfitte ed ha qualche giocatore un po' in riserva,  oltre che un assente, pesante, da consegnare alla prossima giornata, ossia Di Ludovico. Chi  invece sarà pronto a scattare allo start del Ripoli è sicuramente Jari Giovanazzi. Uno dei giovani più interessanti del torneo cadetto sta dicendo la sua con forza. Sono 9 le reti messe a segno finora, tre dei quali hanno portato altrettanti punti ai rossoblù. Il classe 2002 è in ascesa e lo conferma da un lato la chiamata da parte del ct Ippoliti per la Rappresentativa, oltre che la serie fortunata che lo vede andare in gol da due giornate consecutive.  Contro l'Amatrice ha dato sfoggio praticamente di tutte le sue qualità, infilando la porta sabina con un preciso colpo di testa ed un bel tiro al volo, per la seconda doppietta consecutiva dopo quella al  Vicovaro.