Cerca

wojtyla cup

Wojtyla Cup, cuore Frosinone! Un rigore di D'Aguanno piega la Lazio

Il team di Galluzzo esordisce alla grande battendo di misura i biancocelesti. Ora basterà un pareggio contro il Latina per volare in finale

31 Agosto 2016

D'Aguanno (a sinistra) esulta ©GazReg

D'Aguanno (a sinistra) esulta ©GazReg

WOJTYLA CUP Seconda giornata
LAZIO – FROSINONE 0-1 

LAZIO Borrelli, Spizzichino, Cardelli, Miceli, Ceka, Bari (9'st Ennali), Folorunsho (9'st Sarac (20'st Rezzi)), Beqiri, Javorcic, Rossi, Muzzi (29'st Bezzicheri) PANCHINA Noto, Spiezio, Petro, Al Hassan, Spurio ALLENATORE Bonatti

FROSINONE Palombo, Cococcia (22'st Tribuzzi), Viti, Contucci, Centra, Mastrantonio, Calcagni, Modesti, D'Aguanno (17'st Tribelli), Errico, Gori (33'st Origlia) PANCHINA Galantini, Tribuzzi, Martino, Ducciarini, Origlia, Romani ALLENATORE Galluzzo

MARCATORI D'Aguanno (rig.) 4'pt (F)

ARBITRO Chiruoaga di Tivoli ASSISTENTI Almanzi di Latina e Arena di Roma 1

NOTE Ammoniti Folorunsho, Modesti Angoli 1-2 Rec. 0'pt, 4'st

Grande esordio del Frosinone che nella seconda giornata sconfigge la Lazio: adesso ai ciociari basterà un pareggio domani contro il Latina per volare in finale.

D'Aguanno (a sinistra) esulta ©GazRegPrimo tempo Come successo contro i nerazzurri la Lazio va subito sotto e su calcio di rigore: D'Aguanno entra in area e supera in bello stile Cardelli che lo stende con un colpo d'anca. Dal dischetto va lo stesso D'Aguanno che spiazza con il destro Borrelli. I biancocelesti provano a reagire ma i ciociari si difendono bene e sfiorano l'immediato raddoppio con Modesti: diagonale velenoso con il destro che sibila vicino al palo più lontano. Clamorosa però l'occasione sciupata dall'attaccante al 15' quando elude la difesa capitolina sbucando all'altezza del secondo palo, ma non riesce a deviare in porta l'invitante cross toccando con la punta e spedendo il pallone oltre la traversa. Al 20' si fa rivedere la Lazio: palla dentro per Rossi che si gira bene al limite dell'area piccola, destro quasi a botta sicura e grandissimo riflesso di Palombo che respinge. Seconda metà del primo tempo con poche emozioni, con il Frosinone che riesce a respingere senza problemi gli sporadici tentativi della Lazio.

Secondo tempo Ad inizio ripresa, il team biancoceleste prende in mano il pallino del gioco e si stanzia nella metà campo avversario. Il primo squillo è di Miceli che al 9' impegna Palombo con un insidioso calcio di punizione. Altra chance un quarto d'ora dopo con Muzzi che, dopo aver raccolto un assist delizioso di Rossi, entra in area ma si fa ipnotizzare da Palombo che alza le mani e devia in angolo. Al 33', ripartenza fulminea del Frosinone che va vicino al raddoppio: Origlia, entrato da 30 secondi, riceve palla sulla metà campo, se ne va all'ultimo uomo Cardelli e si invola verso la porta. Arrivato davanti a Borrelli però si arrende al grande riflesso del portiere che si salva in corner. Stessa sorte capita a Tribelli che al 42' non chiude la partita, lanciato tutto solo contro il portiere, mandando la sfera direttamente a lato. Errori che pesano poco perché la Lazio, nonostante l'assalto nel recupero, non trova la rete del pari. Ottime indicazioni per Galluzzo e nota di merito per Mastrantonio, ex Romulea, che già sembra aver capito come prendere in mano le chiavi del centrocampo gialloblu.


Image title


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni