Cerca

il torneo

Trofeo Wojtyla, 2ª giornata: Lazio stesa, il Frosinone batte il Brno

Ai 2001 biancocelesti guidati da D'Andrea non basta la doppietta di Napolitano contro il Rijeka, Origlia ne segna due e fa sorridere i ciociari

31 Agosto 2017

Frosinone - Brno ©TrofeoKarolWojtyla

Frosinone - Brno ©TrofeoKarolWojtyla

FROSINONE – ZBROJOVKA BRNO 2-0
FROSINONE Palombo, Moretti, Capogna (28´st Angeli), Cerroni, Verde, Origlia (46´st Persichini), Gori, Mastromattei, Errico, Mastroantonio, Simonelli (34´st Natalucci) PANCHINA Marciano, Pinna, Alfonsetti, Mancini ALLENATORE Falso
ZBROJOVKA BRNO Trbusek, Papez, Kropacek, Sedlmajer (44´pt Chyla), Cernin (1´st Mach), Jurasek (1´st Kriz), Moucka, Sedlak, Zubek, Slunsky, Dobrovodsky PANCHINA Stejskal, Pys, Holman, Doubravsky, Jambor, Pachlopnik, Zikl ALLENATORE Sustr
ARBITRO Bosco di Ostia Lido ASSISTENTI Garcea e Mancuso
MARCATORI Origlia 29'pt e 43'st (F)

Frosinone - Brno ©TrofeoKarolWojtylaNella seconda giornata del Torneo dedicato a Papa Wojtyla, il Frosinone di Mister Falso sconfigge per due a zero il Brno di mister Sustr reduce dalla vittoria per tre a zero contro la Roma. Al 10´ occasione per il Frosinone con il calcio di punizione di Errico, ma il numero dieci calcia di poco sopra la traversa. Due minuti più tardi il direttore di gara ferma una buona azione del Frosinone per la posizione di fuorigioco di Origlia, il giocatore prova comunque il tiro non inquadrando però lo specchio della porta. Alla mezz´ora il Frosinone sigla il gol del vantaggio con la bella conclusione di Origlia. Dopo il gol il Brno prova la reazione con il tiro da fuori di Zubek, mandato in angolo da Palombo. Nella mischia in area del seguente corner, nessun giocatore ceco riesce a colpire il pallone. Nella seconda frazione di gioco il Brno prova a recuperare lo svantaggio, ma trova un Frosinone sempre attento. I gialloblu cercano di sfruttare al 9´ il calcio di punizione di Simonelli, che si infrange però di poco sopra la traversa. Passano tre minuti ed è ancora il Frosinone a rendersi pericoloso con una bella azione in ripartenza, Errico serve Simonelli che si accentra e tira troppo centrale trovando pronto Trbusek. Al 15´ altra occasione sprecata dalla squadra di Falso con l´assist di Mastroantonio per Origlia, che conclude al volo, ma il pallone termina di poco fuori. Dopo due minuti è il Brno a impensierire la difesa gialloblu con la punizone di Kriz e l´imbucata in mischia di Mach, con la sfera che sfiora il palo. Al 43´ il Frosinone sigla il raddoppio e lo fa di nuovo con Origlia che si accentra e tira sotto al sette siglando un gran gol. 


LAZIO – RIJEKA 2-5
LAZIO Alia, Zitelli, Falbo (27´st Barba), Armini, Paglia, Petricca (20´st Chila), Spurio, Shoti (23´st Putti), Napolitano (27´st Siclari), Peguiron, Fidanza PANCHINA Pinna ALLENATORE D'Andrea
RIJEKA Pandur, Mulac, I. Smolcic, H. Smolcic, Juresic, Svetic (39´pt Bukvic), Lepinjica, Mitrovic (44´st Kuqi), Crnko, Vuk (48´st Mioc), Dukadin (46´st Dedic) PANCHINA Majkic, Segon, Mohorovici ALLENATORE Josipovic
ALLENATORE Caruso di Roma 1 ASSISTENTI Grasso e Negro
MARCATORI Napolitano 7'pt e 29'pt (L), Dukadin 25'pt e 35'st, Vuk3'st , Mitrovic 23'st e 30'st
NOTE Ammoniti Falbo, Armini, Lepinjica, Crnko

Paglia e Armini contro il Rijeka ©TrofeoKarolWojtylaUn grandissimo secondo tempo consente al Rijeka di superare la Lazio, e mettere una seria ipoteca sulla qualificazione alla finale di sabato. Nel primo tempo le emozioni non mancano. Parte forte la Lazio, che al 7´ trova subito il goal: ripartenza fulminea di Fidanza, con assist al bacio per Napolitano che sotto porta tocca quanto basta per superare Pandur. Sempre Fidanza sulla destra si rende pericoloso, questa volta con un´azione personale, ma la conclusione debole viene bloccata dal portiere croato. Ancora Lazio al 20´: gran botta di Napolitano dal limite, ma la deviazione di un difensore del Rijeka è provvidenziale, e il pallone si spegne sul fondo. Alla prima vera occasione i croati pareggiano. Al 25´ infatti, arriva la rete fotocopia del vantaggio laziale, ma questa volta i protagonisti sono il numero 23 Mitrovic che serve in area Dukadin, e da corta distanza l´attaccante croato batte l´incolpevole Alia. Le emozioni continuano, e al 27´ il Rijeka va vicino al sorpasso con la punizione di Dukadin che termina fuori di poco. Al 29´ la Lazio torna in vantaggio: conclusione sporca dal limite, che si trasforma in un perfetto assist per Napolitano, il quale prima vince un contrasto, e poi supera il portiere. Nel finale di tempo il Rijeka torna prepotentemente all´attacco e per due volte si rende pericolosissimo. In entrambe le circostanze però è bravissimo Alia che respinge i tentativi dei croati. Nella ripresa ottima partenza della squadra di Josipovic, e dopo 3 minuti arriva il pareggio. Cross da destra, con la difesa della Lazio che non riesce ad allontanare il pallone, e il più lesto di tutti è Vuk che di prima intenzione fulmina Alia con una preciso rasoterra. Rijeka pericoloso ancora con Bukvic al quarto d´ora, ma la conclusione da buona posizione lambisce il palo. Si tratta del preludio al sorpasso croato con la rete di Mitrovic che arriva al 23´. La ripresa diventa un monologo di marca croata, che si concretizza poi con il poker servito da Mitrovic al minuto numero 30 grazie all´assist perfetto di Vuk. Lo spettacolo però non finisce qui, e anzi al 35´ è da applausi la conclusione al volo di Dukadin che si infila sotto la traversa dell´incolpevole Alia, per la cinquina del Rijeka. Croati devastanti nella ripresa, e che con questa vittoria vedono davvero vicina la finalissima di sabato, sempre al Paglialunga, con inizio alle 17.30.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni