Cerca

l'intervista

Lazio, Rezzi è tranquillo: "Restare umili e lavorare"

L'attaccante biancoceleste fa il punto della situazione concentrandosi in vista del prossimo impegno con l'Udinese

14 Settembre 2017

Edoardo Rezzi (©GazzettaRegionale)

Edoardo Rezzi (©GazzettaRegionale)

Edoardo Rezzi (©GazzettaRegionale)

Una sconfitta da mettere alle spalle e dimenticare in fretta. Per riscattare subito il ko all'esordio contro il Chievo Verona, la Lazio Primavera dovrà andare alla ricerca dei 3 punti contro l'Udinese nella prossima giornata di campionato. Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, l'attaccante biancoceleste Edoardo Rezzi, ha parlato della situazione della sua squadra, partendo proprio dallo sfortunato avvio di stagione contro gli scaligeri: "Contro il Chievo è stata una gara complicata, perché loro sono una squadra tosta che si chiude bene dietro per poi ripartire. Noi siamo stati imprecisi in avanti e lenti nella costruzione. Dispiace aver iniziato così il campionato, ma già domenica ad Udine vogliamo rialzarci subito. Dobbiamo restare umili e lavorare, vogliamo arrivare in fondo come lo scorso anno". Il classe '99 continua poi parlando del suo nuovo ruolo più avanzato: "Tutti siamo predisposti all’apprendimento. Lo scorso anno giocavo alle spalle di Rossi, quest’anno invece vado maggiormente in profondità. Devo migliorare la cattiveria agonistica sotto porta, un attaccante si valuta dalle reti messe a segno. Con il Chievo Verona ho provato a costruirmi da solo le opportunità, magari abbassando il mio raggio d’azione, ma mister Bonatti mi voleva più in avanti". Come detto, i biancocelesti saranno i prossimi avversari dell'Udinese: "Ho affrontato i friuliani con gli Allievi Nazionali - commenta Rezzi - molti ragazzi sono ancora in rosa ma hanno inserito tanti altri giocatori interessanti. Sono una squadra forte, che ha messo in difficoltà l’Inter nella prima giornata. Mi aspetto una gara aggressiva, noi dovremo giocarci le nostre carte". Infine, l'attaccante chiude parlando della possibilità di approdare in prima squadra: "Al momento non ci penso, sono concentrato sulla Primavera. Se renderò, spero arrivi la chiamata da parte di Inzaghi". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni