Cerca

youth league

Roma, fine di un sogno: Navarro elimina i giallorossi

Termina con 90 minuti di anticipo l'avventura in Youth League dei giallorossi: il doppio scontro diretto vinto favorisce l'Atletico Madrid. Doppietta dell'attaccante, Cappa non basta

22 Novembre 2017

Montero e Cappa (foto De Cesaris)

Montero e Cappa (foto De Cesaris)

YOUTH LEAGUE
ATLETICO MADRID - ROMA 2-1
ATLETICO MADRID (4-2-3-1)
Dos Santos; Isaac, Aliaga, Aitor Punal, Montero; Carro, Toni Moya (42’st Andy); Aguero (23’st Munoz), Clemente, Solomon; Navarro PANCHINA Herrero Linares, Gastanaga, Ferreras Garcia, Munoz, Riquelme, Salido ALLENATORE Martín

ROMA (3-5-2) Romagnoli; Kastrati, Cagnelutti, Semeraro (1’st Masangu); Meadows (20’st Bouah), Riccardi, Marcucci, Valeau, Antonucci; Besuijen, Celar (28’st Cappa) PANCHINA Greco, Ciofi, Bouah, Masangu, Petrungaro Sdaigui ALLENATORE De Rossi

MARCATORI Navarro 15’pt e 24’st (A), Cappa 30’st (R)

ARBITRO Ekberg (Svezia) ASSISTENTI Culum (Svezia) e Hallberg
NOTE Ammoniti Cargnelutti Angoli 7-5 Rec. 3'st

Montero e Cappa (foto De Cesaris)



Stavolta è finita prima del previsto, neanche il tempo di avvicinarsi, almeno con il pensiero, a Nyon. Il periodo nero della Roma continua e si incrocia anche in Europa: i giallorossi, con 90 minuti di anticipo, salutano la Youth League. A Madrid finisce come al Tre Fontane: 2-1 per gli spagnoli. Una doppia vittoria che condanna i capitolini, terzi a tre punti dall'Atletico, ma che proprio che in virtù dei due successi negli scontri diretti regala il pass ai biancorossi. In Spagna decide ancora Navarro (doppietta), prima del gol di Cappa che illude solo Alberto De Rossi che rinuncia così ai sogni di rimonta e a quello europeo. Ancora una volta.

Primo tempo Parte meglio l’Atletico Madrid che mette subito paura alla Roma con Navarro che però spreca clamorosamente tutto solo davanti a Romagnoli. Troppo tenera la reazione dei giallorossi che è tutta in un tiro da lontano di Valeau bloccato in due tempi. Al 15’ i colchoneros passano meritatamente in vantaggio: Navarro elude la tattica del fuorigioco, arriva davanti a Romagnoli, lo salta e deposita in rete senza problemi la palla dell’1-0. La Roma lentamente prova a reagire ma non riesce a rendersi pericolosa; è anzi l’Atletico a sfiorare il raddoppio dopo una grande azione personale di Salomon, non supportato però dai compagni.

Secondo tempo Inizia la ripresa e la Roma è consapevole che ha 45 minuti a disposizione per cambiare il proprio destino. Dopo tre giri di lancetta i giallorossi si rendono subito pericolosi: punizione di Marcucci, Cargnelutti prova a coordinarsi in spaccata, ma il pallone termina clamorosamente a lato. Al 7’ ci prova anche il neoentrato Masangu: destro da fuori area alto non di molto. Risponde Salomon: sempre col destro, sempre alto. La Roma prova a rialzarsi, ma fa troppo poco per farlo e al 24’ arriva il gol che sa di sentenza: tacco di Munoz a rimorchio per Navarro che allarga il piatto mancino e con un rasoterra velenoso sorprende un Romagnoli non esente da colpe. I giallorossi accusano il colpo e due minuti più tardi è Romagnoli a salvare sul Salomon. De Rossi al 29’ leva un (ancora) deludente Celar e mette dentro Cappa: mai sostituzione fu più azzeccata perché dopo due minuti è proprio lui ad accorciare le distanze di testa su corner: 1-2 e la Roma ci crede. I capitolini ci mettono l’anima, ringhiano su ogni pallone e al 35’ il pareggio sembra cosa fatta: inserimento di Antonucci in area, tocco sotto Dos Santos in uscita e palla che arriva dalle parti di Besujen che a un metro dalla porta si fa ostacolare in maniera regolare da Isaac. La Roma prova il tutto per tutto, ma è la lucidità a mancare: emblematico il tiraccio di Antonucci all’85 di prima intenzione, con tre giallorossi appostati sul secondo palo. Finisce così, dopo tre minuti di recupero, tra qualche perdita di tempo e qualche pallone buttato. Al triplice fischio arriva la sentenza: la Roma è fuori. Una Roma ancora troppo lunatica, che si ricorda sempre tardi della propria forza; troppo poco per alzare la voce in Italia, figuriamoci in Europa. La Roma è fuori, l'Atletico va avanti: dispiace, ma forse è giusto così.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE