Cerca

tim cup

Kastrati salva la Roma: ripreso il Torino in 10 contro 11

L'albanese acciuffa un pari prezioso per i giallorossi entrando dalla panchina, rispondendo al vantaggio granata (gol di Butic). Sarà decisivo il ritorno di mercoledì prossimo

24 Gennaio 2018

Kastrati esulta insieme a Marcucci (©Mirna De Cesaris)

Kastrati esulta insieme a Marcucci (©Mirna De Cesaris)

PRIMAVERA TIM CUP – SEMIFINALE D’ANDATA

ROMA – TORINO 1-1

ROMA Romagnoli 6.5, Bouah 5.5 (12’st Keba 5.5), Valeau 6, Cargnelutti 4, Ciavattini 6, Marcucci 5.5, Meadows 6, Sdaigui 6 (29’st Masangu 5.5), Celar 5, Riccardi 6, Besuijen 5.5 (23’st Kastrati 7) PANCHINA Greco, Diallo Ba, Trusescu, Pezzella, D’Orazio, Petrungaro, Semeraro, Petruccelli, Zamarion ALLENATORE De Rossi

TORINO Coppola 6.5, Gilli 6.5, Fiordaliso 6.5, Ferigra 5.5, D’Alena 6.5, Buongiorno 6, Rauti 6.5, Oukhadda 6.5, Butic 6.5, Kone 6.5 (25’st Celeghin 6), Millico 5.5 (36’st Bianchi sv) PANCHINA Gemello, Capone, Bedino, Filinski, Samakè, Ruggiero, Celeghin, Gonella, Borello, Zanellati ALLENATORE Coppitelli

MARCATORI Butic 12’pt (T), Kastrati 34’st (R)

ARBITRO Amabile di Vicenza ASSISTENTI Badoer e Tribelli di Castelfranco Veneto

NOTE Espulsi Cargnelutti (R) al 23’st per doppia ammonizione Ammoniti Sdaigui, Kone, D’Alena,  Angoli 5-0 Rec. 4’st


Alla fine De Rossi può tirare un sospiro di sollievo. Sì, perché il pareggio rimediato contro il Torino è tanto di guadagnato. Un Torino praticamente perfetto in fase di non possesso e che per tutto l’arco del match ha imbrigliato la manovra dei padroni di casa. Sul campo è 1-1, con il lampo di Kastrati a salvare una Roma in 10 e in svantaggio (gol di Butic) dopo aver sofferto in lungo e in largo la ragnatela granata. Ai punti, la sfida tra l’ex Coppitelli e De Rossi l’avrebbe vinta il primo. Il pareggio permette però al tecnico giallorosso di restare vivo in vista della semifinale di ritorno. Ottima la prova dell’ex Perconti, Kone, che si è rimboccato le maniche, ha corso chilometri su chilometri, facendo faticare non poco i giallorossi, lasciando il campo imbeccato anche dal pubblico romanista.

Kastrati esulta insieme a Marcucci (©Mirna De Cesaris)


La cronaca 

Avvio lento con la Roma che prova a fare la partita, il Torino aspetta e al 12’ però riesce a gelare il Tre Fontane: Marcucci perde una palla velenosa davanti alla propria trequarti, Kone raggiunge il limite ed effettua un filtrante per Butic che anticipa Romagnoli in uscita, Ciavattini interviene alla disperata, ma gonfia la rete della propria porta. La Roma prova a reagire ma fatica a rendersi pericolosa, grazie anche al perfetto schieramento dei granata, bravi ad intasare le linee di passaggio giallorosse. Tanti errori in impostazione quindi per i padroni di casa che regalano più di un break agli ospiti: al 21’ è Butic a provare ad approfittarne, ma il suo tiro a giro termina alto. Il gioco ristagna a centrocampo con i ragazzi di Coppitelli che riescono sempre ad arrivare prima sulle seconde palle. Allora la Roma al 34’ si affida alla giocata del singolo: spunto di Riccardi sulla destra, cross dentro, respinta di Gilli e palla al limite per Marcucci che aggiusta il mirino e calcia: palla alta non di molto. L’occasione più clamorosa c’è l’ha però al 38’ Celar: cross di Besuijen, liscio clamoroso di Ferigra e palla al centravanti che ha tutto il tempo di stoppare all’altezza del dischetto, ma schiaccia troppo il pallone che finisce clamorosamente tra le braccia di Coppola. Ad inizio ripresa il copione del match non cambia. Ci prova Sdaigui a destare i giallorossi dal torpore: cross di Bouah, incornata del centrocampista e palla che sfila a lato. Quando il Torino riparte però fa male: Millico riceva palla sull’out e prova il piattone a giro da posizione quasi impossibile, bravo e reattivo Romagnoli a scendere giù e a salvarsi in angolo. Azione in fotocopia pochi minuti dopo, ma stavolta Butic non prende lo specchio. Risposta Roma: punizione di Marcucci, colpo di testa di Riccardi, respinge Coppola e blocca in due tempi anticipando il tap-in di Keba. I giallorossi sembrano riuscire a riorganizzare le idee, ma al 23’ piove sul bagnato: assolo di Millico in ripartenza che lascia sul posto Cargnelutti, costretto però a metterlo a terra. Doppio giallo ineccepibile e Roma in 10. Il Torino ha tanto spazio ora per fare male, ma sia Butic che lo stesso Millico sono poco freddi negli ultimi 16 metri. Sembra finita per i giallorossi il calcio però è bello, quanto strano: al 34’, la Roma all’improvviso pareggia. Calcio d’angolo di Marcucci, al centro dimenticato dalla difesa del Torino c’è Kastrati, entrato in campo al posto di Besuijen dopo l’espulsione di Cargnelutti. La palla è bassa, ma sfila tra le gambe di tutti: il centrale albanese non ci pensa su due volte e con il sinistro scarica sotto la traversa per l’1-1. Nel finale non succede quasi più nulla, con la Roma a provarci solo con la forza della disperazione che con lucidità e che soprattutto riesce a proteggere un pari preziosissimo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE