Cerca

tim cup

Roma, De Rossi: "Bravi a non soffrire l'inferiorità numerica"

Le dichiarazioni del tecnico giallorosso dopo il pareggio rimediato contro il Torino di Coppitelli

24 Gennaio 2018

De Rossi a fine gara ©Mirna De Cesaris

De Rossi a fine gara ©Mirna De Cesaris

De Rossi a fine gara ©Mirna De Cesaris

Un pareggio che alla fine va bene alla Roma di Alberto De Rossi quello rimediato nella semifinale d'andata contro il Torino di Coppitelli. Un risultato maturato quando i granata sembravano aver fatto loro la partita. "Sì, abbiamo dimostrato grande carattere. Però anche nel primo tempo eravamo partiti bene, peccato per il gol scaturito da un mezzo fallo su Marcucci e arrivato per un tocco sfortunato di Ciavattini. Abbiamo accusato il colpo riprendendoci solo nel finale di frazione. Nella ripresa i ragazzi sono entrati con un altro piglio e neanche hanno accusato l'inferiorità numerica". Continua l'allenatore: "Non parlerei di gara nervosa: c'è stato qualche intervento duro, ma tutto secondo la regola. Riguardo il tridente pesante nel finale, vorrei ricordare che Keba ci manca praticamente da aprile perché ancora non ha recuperato completamente dall'infortunio. Per noi è molto importante. Importante anche sottolineare gli ingressi dalla panchina: è la dimostrazione che anche chi sta fuori dà sempre tutto. Il calendario ora si fa tosto: avremo bisogno di tutti quanti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni