Cerca

DOPO GARA

Ternana, Mariani rimprovera le Fere "Poco agonismo"

Alla vigilia della sfida con il Frosinone ci si aspettava qualcosa in più, il tecnico umbro dispone di elementi validi

12 Marzo 2018

Ternana, Ferruccio Mariani, ©GazReg

Ternana, Ferruccio Mariani, ©GazReg

Ternana, Ferruccio Mariani, ©GazReg

Per quanto visto nei 94' di gioco alla "Città dello Sport" di Ferentino, leoni e fere avrebbero potuto benissimo dividersi un punto per uno. Poi al 5' della ripresa il lampo di Centra ha dato la vittoria ai gialloazzurri di D'Antoni. Ferruccio Mariani, allenatore degli umbri, rimprovera ai suoi un atteggiamento sbagliato, in particolare sul piano comportamentale, costato l'espulsione di Argento nel finale, compromettendo però nel corso della gara la profusione di energie nervose invece di distribuirle sul piano agonistico. 

"Questa squadra è una squadra che se non ha tensione non può fare nulla. Lo dico da sempre, è una squadra che deve lottare sempre su ogni pallone. Sono ragazzi che hanno diciotto anni e ci può essere questo calo di tensione, mi dispiace perché siamo partiti molto bene a essere onesto perché nei primi venti minuti loro non sono mai arrivati avanti poi abbiamo fatto degli errori incredibili e parlano tutti: sono entrato dentro e mi sono arrabbiato perché devono giocare, non devono parlare. Siccome è una squadra che può fare bene se fa determinate cose, se no è una squadra che può perdere con tutti, questa è la realta e la verità.  Ci è mancata la cattiveria agonistica, tutte le squadre oggi se non hanno cattiveria agonistica trovano difficoltà nel giocare e questo mi dispiace perché alla fine durante la partita loro come noi non hanno fatto niente di che, abbiamo preso gol su un calcio d'angolo, è un peccato per questo, una partita che poteva finire benissimo 0-0. Loro sono stati bravi a sfruttare quel calcio d'angolo, però mi dispiace per l'atteggiamento, soprattutto per questo. Si è fatto buttare fuori Argento e l'arbitro gli ha detto "Devi stare zitto", pure se non gli ha detto niente l'arbitro l'ha espulso. Però anche gli arbitri, sono arbitri di Serie C e gli assistenti che non hanno visto due-tre fuorigioco, non lo vedi ci mancherebbe, però la gestione la deve fare l'arbitro, poi i ragazzi sbagliano, ma hanno comunque 17-18 anni. L'arbitro deve tenere in pugno la partita e tutti i ragazzi devono essere rispettosi. Però l'atteggiamento avuto dai miei ragazzi oggi è stato sbagliato: hanno parlato troppo, reclamato troppo e questo non va bene". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE