Cerca

l'episodio

Cancellieri perdona Ferreyra: "Solo un gesto di rabbia"

Il talento dell'Under 16 della Roma, ieri nel ruolo di raccattapalle, ha parlato dopo lo spintone dall'attaccante dello Shakhtar

14 Marzo 2018

Matteo Cancellieri ©Stefania Torrisi

Matteo Cancellieri ©Stefania Torrisi

Matteo Cancellieri ©Stefania Torrisi

Notte di sogni, di Coppe e... di spintoni. La Roma ha vinto, ha passato il turno, ma insieme ai giallorossi, protagonista inaspettato, è stato anche Matteo Cancellieri. Esterno offensivo dell'Under 16 giallorossa (7 gol fino ad ora segnati in questa stagione) che ieri nel ruolo di raccatapalle si è preso la luce dei riflettori, stavolta però non grazie a una delle giocate alle quali ci ha abituato palla al piede con il team di Falsini. Vittima a sua insaputa del nervosismo dello Shakthar, sotto di un gol e di un uomo: dopo l'espulsione di Ordets saltano i nervi a Facundo Ferreyra che nel tentativo di accelerare la ripresa del gioco con una rimessa laterale ruba il pallone proprio dalle braccia di Cancellieri spintonandolo e mandandolo oltre i tabelloni pubblicatari. Si accende immediatamente un parapiglia in mezzo al campo tra giallorossi e ucraini che si conclude con il giallo ai danni dell'attaccante. Dopo un po' di paura, Matteo se la caverà con una borsa del ghiaccio sul ginocchio e con una contusione alla mano. “Grazie a tutti coloro che si sono preoccupati". Questo il messaggio di Cancellieri sul suo profilo Instagram: "Tutto bene per fortuna, è stato solo un gesto di rabbia incontrollata da parte del giocatore. È un essere umano anche lui”. Gesto di maturità, mentalità da giocatore, quella giusta per sognare un giorno di calcare ancora il campo della Champions, ma stavolta dall'altra parte della linea laterale. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE