Cerca

primavera 1

Lazio, ancora un'illusione: l'Atalanta rimonta e vince

Spizzichino porta avanti i biancocelesti, ma i bergamaschi rimontano e continuano la corsa in vetta a braccetto con l'Inter

31 Marzo 2018

L'Atalanta vince a Formello (©De Cesaris)

L'Atalanta vince a Formello (©De Cesaris)

LAZIO Rus 5.5, Armini 6, Baxevanos 5.5, Miceli 6, Silva 5.5, Petro 6 (1’st Bari 6), Spizzichino 6.5, Jordao 6, Al-Hassan 5.5 (12’st Lukaj 6), Neto 6.5, Crecco 5 PANCHINA Alia, Kalaj, Falbo, Mohamed, Rezzi, Aliaj, Javorcic, Maloku, FIdanza, Spurio ALLENATORE D’Andrea 

ATALANTA Carnesecchi 6, Zortea 6, Migliorelli 6, Bolis 6, Alari 6, Del Prato 6, Elia 6.5 (34’st Chiossi sv), Colpani 7, Latte Lath 6.5 (18’st Peli 7), Mallamo 6.5 (43’st Colley sv), Kulusevski 7 PANCHINA Piccirillo, Salvi, Zanoni, Heidenreich, Carminati, Nivokazi ALLENATORE Brambilla

MARCATORI Spizzichino 9’pt (L), Colpani 16’pt (A), Kulusevski 43’pt (A), Peli 27’st (A)

ARBITRO Natilla di Molfetta 

ASSISTENTI Laudato e Dell’Olio

NOTE Ammoniti Silva, Bari Angoli 3-7 Rec. 2’pt, 3’st


Ancora un’illusione per la Lazio, ancora una delusione in questa travagliata stagione. Stavolta a Formello non basta l’iniziale gol di Spizzichino, servito solamente a spaventare un’Atalanta capolista che, seppur priva del suo capocannoniere Barrow (ormai saldamente nel giro della prima squadra), se ne torna a Bergamo con il tredicesimo successo stagionale, rimanendo in vetta alla classifica a braccetto con l’Inter, vincente contro la Roma nel big match.


L'Atalanta vince a Formello (©De Cesaris)

La cronaca Dopo una punizione ospite calciata alta da Bolis e un colpo di testa con lo stesso risultato del fuori quota Crecco dall’altra parte, è la Lazio a passare inaspettatamente in vantaggio al 9’, quando Miceli lascia partire un gran destro da fuori non trattenuto da Carnesecchi, sulla cui respinta si avventa Spizzichino per l’1-0 laziale. Tempo di riorganizzare le idee, però, e l’Atalanta pareggia: stessa identica punizione di quella non sfruttata da Bolis, stavolta va Colpani che beffa Rus sul suo palo, sorpreso anche dal rimbalzo del pallone. La squadra di Brambilla sembra rigenerata e dopo un paio di minuti si rende ancora pericolosa con Mallamo, che calcia a botta sicura da centro area, Miceli s’immola e salva. La chance più ghiotta per il raddoppio in realtà ce l’ha la Lazio e capita sui piedi di Baxevanos, che dopo un ottimo inserimento spreca da pochi centimetri e a porta vuota sulla grandissima giocata di Neto. I bergamaschi si salvano e a poco a poco guadagnano campo: al 24’ Elia offre una palla al bacio per Kulusevski, che prima si fa respingere da Rus, poi non trova la coordinazione giusta per ribadire in rete. Il numero 11 nerazzurro si rifarà qualche istante prima dell’intervallo, sfruttando stavolta al meglio l’assist da sinistra di Latte Latte per ribaltare la situazione e portare avanti l’Atalanta. Nella ripresa la gara rimane sostanzialmente equilibrata, senza particolari emozioni nel primo quarto d’ora. Da segnalare giusto i due tentativi da fuori di Miceli e Colpani, uno da una parte e uno dall’altra, che però non riescono a sorprendere i rispettivi portieri avversari. L’Atalanta controlla senza troppi problemi il gol di vantaggio e al 27’ chiude i conti: splendida ripartenza guidata da Elia a sinistra, Kulusevski riceve al centro ed offre al neo entrato Peli, destro secco da pochi passi e Rus battuto per la terza volta. La gara sembrerebbe chiusa, ma i bergamaschi abbassano leggermente la tensione e rischiano di far rientrare la Lazio, che prima si vede annullare un gol di Jordao per una carica sul portiere, poi va vicina al riaprirla con un colpo di testa di Bari, su cui Carnesecchi si distende molto bene. L’ultima emozione del match è una conclusione a lato di Colley sul cross basso di Peli, che poteva valere il poker ospite proprio qualche istante prima del triplice fischio. La prossima settimana la Lazio si giocherà buona parte di salvezza nello scontro cruciale con il Bologna.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE