Cerca

Focus

Atalanta stratosferica, doblete in arrivo? La Roma si sfalda

L'analisi del match che ha visto la formazione di Alberto De Rossi cadere sotto i colpi dei ragazzi di Brambilla

24 Gennaio 2019

Esulta l'Atalanta ©De Cesaris

Esulta l'Atalanta ©De Cesaris

L'Atalanta di Brambilla fa paura. Questa è la sintesi di Atalanta-Roma che, al di là del passivo pesante, ha evidenziato tutta la forza di una vera e propria armata. Sin dai primi minuti del match il pressing bergamasco è stato un evidente fattore in favore dei padroni di casa che costringeva la Roma a gettare via il pallone molto spesso. Un'idea di gioco che ha ricordato quella di Jurgen Klopp e del suo Liverpool: difendere attaccando. Non aspettare l'avversario ma andargli incontro, non farlo ragionare con la palla tra i piedi e costringerlo all'errore. Gioco che prevede una forma fisica invidiabile, tanto negli strappi quanto nella costanza di insistere su una certa tipologia di calcio e farla diventare una costante per tutto l'arco della gara. Tutto questo è stato ed è nelle corde di un'Atalanta che oltre a dominare in campionato, vantando il comando del girone, adesso approda anche in Semifinale di Coppa Italia, portandosi avanti in entrambe le competizioni come protagonista principale sulla quale saranno rivolte tutte le attenzioni. Il secondo miglior attacco e la seconda miglior difesa del raggruppamento sono un'ulteriore soddisfazione che conferma come il lavoro di Brambilla sino a questo momento sia stato semplicemente strepitoso.

Esulta l'Atalanta ©De Cesaris

VENDETTA Il 27 Ottobre una Roma stratosferica ed il suo Celar in formato super espugnavano il Centro Sportivo di Zingonia con un netto 0-3 dimostrando che non sarebbero stati una semplice comparsa nella lotta al titolo. Poteva essere un'arma in favore della Roma che sarebbe scesa in campo con la consapevolezza di chi, avendolo già fatto una volta, avrebbe potuto battere nuovamente gli avversari che aveva davanti. Ed invece, il desiderio di rivalsa è andato a vantaggio di un'Atalanta che voleva vendicare il passivo peggiore della stagione (mai i ragazzi di Brambilla hanno incassato una sconfitta così pesante in tutta l'anno) e lo ha fatto prendendosi gioco di una Roma che in partita non c'è mai stata arrendendosi molto preso ai colpi e alle giocate degli undici bergamaschi.

IL MIGLIORE Kulusevski, voto: 8 Magic momento per il fantasista bergamasco che mette la ciliegina sulla torta ad una settimana da incorniciare. Nel match di Domenica all'ora di pranzo, infatti, il tecnico Gasperini gli ha regalato uno splendido esordio in Serie A. Poco più di venti minuti contro il Frosinone dove lo svedese ha fatto vedere subito le proprie qualità e chissà che adesso non entri più spesso nelle rotazioni del tecnico atalantino, non nuovo a lanciare i talenti più giovani nella mischia. Nella sfida contro la Roma Dejan ci ha dimostrato il perchè anche Gianpiero Gasperini abbia messo gli occhi su di lui: tocco di palla vellutato, dribbling, velocità, forza fisica ed una visione di gioco che non tutti hanno. Il gol che apre le danze è soltanto un valore aggiunto ad una prestazione superlativa del classe 2000, arricchita ancor di più con l'assist per Colley che ha permesso all'Atalanta di raddoppiare e mettere al sicuro il passaggio del turno. Il futuro è nella mani di Kulusevski, anzi nei piedi, staremo a vedere se il talento di Stoccolma riuscirà ad imporsi nel calcio che conta.

Zan Celar, attaccante della Roma ©De Cesaris

IL PEGGIORE Celar, voto 4.5 L'attaccante visto a Bergamo sembra un lontano parente del bomber che ha trascinato la Roma questa stagione a suon di gol e assist per i compagni. Impacciato, quasi goffo nei movimenti, non trova con facilità spazio tra i due giganti centrali di difesa Guth e Okoli, e quando riesce a liberarsi dall'attenta marcatura non sfrutta a dovere le occasioni che gli capitano. Il liscio ed il colpo di testa da ottima posizione bloccato senza problemi da Carnesecchi sono l'emblema di un giocatore da ritrovare. Il palo che colpisce nel finale è un'ulteriore conferma della giornata negativa e anche sfortunata dell'attaccante sloveno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE