Cerca

dopo gara

Lazio ko, l'analisi di Marco Alia: "È mancata la cattiveria"

Il portiere biancoceleste parla dopo la sconfitta in casa dell'Ascoli di sabato pomeriggio

18 Febbraio 2019

Marco Alia ©Emanuele Gambino

Marco Alia ©Emanuele Gambino

Marco Alia ©Emanuele Gambino

Al termine del match con l’Ascoli, il portiere della Lazio Marco Alia è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel:

“Sullo 0-0 abbiamo giocato alla pari il match fino al momento in cui è stato concesso un penalty alla formazione bianconera. La gara si è messa in salita dal momento in cui i nostri avversari sono passati in vantaggio: l’Ascoli si è chiuso nella propria metà campo e noi dovevamo cercare il gol del pari. Saremmo dovuti essere più cattivi e mettere in campo più fame. Questa gara ci servirà per le prossime cinque battaglie che andremo ad affrontare.

Ho chiesto alla squadra di stare più alto perché eravamo troppo bassi e dovevamo alzare la linea. Dovevamo andare con più determinazione su ogni pallone, ma la squadra ha dato il massimo sul terreno di gioco. Durante la settimana abbiamo avuto alcune defezioni e ci siamo allenati in pochi uomini e questo fattore ha influito sulla gara di oggi.

Dobbiamo ripartire già da lunedì con tranquillità e calma altrimenti si vanifica quanto creato finora. Abbiamo lasciato il primo posto e questo ci deve spronare per vincere le prossime cinque gare. La nostra difensiva è buona ed i risultati lo dimostrano perché siamo la squadra che finora ha subìto meno reti, ma alla fine contano i risultati e siamo rammaricati per questa sconfitta. Il calendario è positivo, ma tutte le squadre che ci affrontano provano sempre a dare il massimo. La gara con il Cosenza è alla nostra portata, dovremo dare il massimo altrimenti potremmo rischiare di perdere punti con squadre inferiori a noi sulla carta”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE