Cerca

Europei U19

Italia: i Piccoli giganti conquistano la qualificazione

Il ct Federico Guidi conclude al primo posto nel girone con 7 punti ed accede alla fase finale dell'Europeo di categoria

26 Marzo 2019

Esulta l'Italia ©Figc

Esulta l'Italia ©Figc

QUALIFICAZIONE EUROPEO UNDER 19 - SECONDA FASE

SERBIA-ITALIA 0-2


SERBIA Gordic, Jankovic, , Kamenovic, Jelicic, Sehovic, Terzic, Belic, Neskovic (42’st Lukic), Vidosavljevic, Vlahovic (45’st Jakovljevi),  Gavric (27’st Bosic) PANCHINA Milojevic, Stuparevic, Damjanovic ALLENATORE Sakic 

ITALIA Carnesecchi, Bellanova, Bettella, Gozzi Iweru, Corrado, Fagioli (39’st Gavioli), Esposito (38’st Ricci), Portanova, Raspadori (16’st Piccoli), Salcedo (45’st Bellodi), Riccardi (16’st Merola) PANCHINA Russo, Corbo, Greco, Petrelli ALLENATORE Guidi

MARCATORI Piccoli 40’st e 44’st

ARBITRO Ardeleanu (CZE) Assistenti Mokrusch (CZE) e Keegan (IRL)

NOTE Ammoniti Salcedo, Belic Jelicic, Terzic, Vidosavljevic


Esulta l'Italia ©Figc

Nonostante l'occhio rivolto a quello che succedeva ad Abano Terme dove in contemporanea si giocava Belgio-Ucraina i giovani di Guidi non si sono distratti e hanno battuto la Serbia con uno 0-2 maturato nel finale. Missione compiuta: pass europeo strappato e fase finale della kermesse agguantata. L’eroe di giornata è sicuramente Roberto Piccoli che, entrato al 16' della ripresa, ci ha messo poco meno di mezz'ora per insaccare due volte alle spalle di Gordic. Allo stadio Euganeo di Padova gli Azzurrini si giocavano una sorta di spareggio a distanza per l’accesso alla fase finale dell’Europeo di categoria, in programma in Armenia il prossimo luglio. Spareggio che ha visto uscire vittoriosa l'Italia. Guidi conferma un 4-3-3 capace di battere in rimonta l’Ucraina con la sola variante di Corrado sull’out difensivo sinistro al posto dell’acciaccato Greco. Speculare l’impronta tattica dei serbi, come predisposti dal tecnico Sakic. In un primo tempo piuttosto scarno di emozioni il dominio territoriale degli Azzurri è stato piuttosto evidente. Portanova al 2' e Riccardi al 25' spaventano l'estremo difensore serbo ma non incidono. Nella formazione di Sakic si mette in mostra soprattutto Vlahovic, il talentino della Fiorentina sembra essere l'unico in grado di scalfire la difesa italiana che tiene comunque botta. Nel secondo tempo l'Italia torna in campo con un piglio decisamente diverso e sfiora subito il vantaggio con Bellanova. Il milanista si ripete poco dopo con un colpo di testa che lambisce il palo e finisce fuori. Il CT Guidi legge alla perfezione l'andamento della gara inserendo Merola e Piccoli al 16'. Sono proprio loro due a confezionare il vantaggio azzurro con il gol del bergamasco su assist del giocatore dell'Inter. Galvanizzato dal gol dello 0-1 Piccoli trova anche il raddoppio quattro minuti più tardi e quindi la doppietta personale. Forti dello 0-2 e della sconfitta del Belgio contro l'Ucraina gli Azzurrini fanno scorrere il cronometro prima della festa al triplice fischio. Nel post gara il CT Guidi ha commentato così la vittoria e la qualificazione: "Una partita non facile – ha sottolineato - che i ragazzi hanno saputo affrontare con pazienza, aspettando il momento giusto. La loro condotta è stata esemplare per tutto il torneo, ma oggi si sono superati. Il risultato poteva essere più largo, però va bene così. Siamo qualificati e sono molto orgoglioso di questa squadra”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE