Cerca

Focus

Post Roma-Chievo: ottimi esordi per Bove e Providence

Buona prova dei ragazzi di Alberto De Rossi alla prima uscita stagionale con il Chievo

19 Settembre 2019

Ruben Providence ©De Cesaris

Ruben Providence ©De Cesaris

Ruben Providence ©De Cesaris

Si sa, l'esordio stagionale è sempre una grossa incognita. Vuoi per i nuovi giocatori che ancora devono ambientarsi del tutto, vuoi perchè c'è sempre quella strana sensazione che si sente quando si torna in campo dopo l'estate, quando si ritorna a respirare l'odore dell'erba bagnata ed ogni volta è come se fosse la prima. La Roma di Alberto De Rossi, però, non lascia spazio alle emozioni e si scaraventa sul Chievo vincendo la prima di campionato con un netto 6-3. Nonostante qualche problema dopo la rete di Providence, vista la rimonta clivense, capitan Trasciani e compagni hanno reagito a dovere surclassando la difesa avversaria, soprattutto grazie alle sostituzioni effettuate dall'allenatore giallorosso (vedi l'entrata in campo di Ludovico D'Orazio). Positiva la prova di Ruben Providence, gioiellino ex Psg arrivato nella Capitale per cercare di non far rimpiangere Gianmarco Cangiano, volato a Bologna. L'esterno classe 2001, oltre ad aver aperto le marcature segnando la prima rete giallorossa, ha costituito un perenne pericolo per la retroguardia avversaria con i suoi strappi e le sue accelerazioni. Ottimo esordio in Primavera per Tripi e Bove. Il primo ha sbagliato poco e niente agendo da regista basso, mentre il secondo ha dimostrato di essere entrato molto bene negli schemi di Alberto De Rossi. Sempre nel vivo dell'azione, numerosi inserimenti in fase offensiva e, allo stesso tempo, rapido e concentrato a ripiegare per dare manforte alla difesa. A proposito della difesa, è probabilmente il reparto che più preoccupa il tecnico romano, visti i momenti di appannamento che subiscono Trasciani & co. in alcune situazioni di gioco (il primo ed il secondo gol del Chievo, tanto per fare un esempio). Besuijen sembra ritrovato dopo la deludente stagione passata, mentre Estrella a tratti appare macchinoso, ma resta comunque un'assoluta certezza lì davanti, in attesa di trovare il 100% della condizioni fisica. Ed infine Calafiori, finalmente ritrovato, anche se non è ancora al top. Intanto si è reso protagonista di una buona prestazione: attento in copertura senza far mai mancare l'apporto in attacco con le sue sovrapposizioni. Adesso la Roma si prepara alla sfida di Lunedì (il secondo posticipo in altrettante gare) contro il Torino, in programma alle ore 15. I giallorossi a caccia di conferme in terra piemontese, i granata vorranno riscattare la sconfitta in casa del Napoli. De Rossi potrà contare sulle solite certezze, Alessio Riccardi su tutti, già due gol contro il Chievo e attenzione a D'Orazio. Lunedì scorso è partito dalla panchina, ma una volta entrato sul terreno di gioco ha fatto cambiare marcia alla formazione capitolina e probabilmente con il Toro partirà dal primo minuto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni