Cerca

La situazione

Il calcio riparte, o meno. Ma la Primavera è ancora in stand-by

Segnato il destino per quasi tutte le categorie, dalla Serie A (calcio femminile incluso) ai Dilettanti ma...

09 Giugno 2020

Providence, Estrella e Falbo ©De Cesaris

Providence, Estrella e Falbo ©De Cesaris

Providence, Estrella e Falbo ©De Cesaris

Decise le sorti per quasi tutte le categorie del calcio italiano, ma la Primavera è ancora in attesa... La massima serie riparte, e questo è ormai chiaro da tempo, con il ritorno in campo previsto per venerdì 12 giugno, giorno in cui Juventus e Milan si daranno battaglia nel ritorno della semifinale di Coppa Italia. Il 20 giugno, invece, al via la Serie A. La Serie B si accoderà, scendendo anch'essa sul nostro amato rettangolo verde. Per quanto riguarda invece la Lega Pro, la decisione adottata è stata quella di far giocare solamente playoff e playout. Destino segnato anche per i Dilettanti che non torneranno in campo, promozioni e retrocessioni si baseranno sulla proposta della LND accolta proprio ieri, in sede di Consiglio Federale (Clicca qui per saperne di più). Dall'Eccellenza in giù spetterà ai comitati regionali decidere le modalità attraverso le quali decretare chi sarà promosso e chi costretto a retrocedere. Oggi si è saputo che nemmeno il calcio femminile riprenderà a giocare, oltretutto non verrà assegnato nemmeno il titolo di Campione d'Italia alla Juventus Women, prima nella classifica di Serie A (e per questo si è aperta una discussione che farà parlare molto). Dimenticato qualcosa? Sì, la Primavera! Un campionato decisivo per i ragazzi che si apprestano ad entrare nel calcio dei grandi, una categoria per la quale ancora non si è presa una decisione. Si tornerà in campo? Forse si, forse no. Certo è che il tempo stringe e si è ancora in attesa...

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE