Cerca

Primavera 1

Vecchi volti e nuove pedine. La Lazio di Menichini riparte da Torino

Il campionato laziale prende il via dal Comunale di Volpiano. I biancocelesti puntano sui titolari della scorsa stagione e ritrovano Raul Moro

20 Settembre 2020

Vecchi volti e nuove pedine. La Lazio di Menichini riparte da Torino

Si ricomincia a volare sui cieli di Formello, anche se il primo appuntamento dalla stagione è ben lontano dal centro Image titlesportivo romano. La Primavera di Menichini infatti è attesa domani alle ore 11 al Comunale di Volpiano dal Torino che, reduce dal tredicesimo posto ottenuto nella scorsa stagione, non ha certo voglia di regalare soddisfazioni all’avversaria. Sugli spalti la possibilità di assistere al match sarà data a sole 120 persone che, secondo le norme anti Covid, potranno acquistare i biglietti al botteghino. Dalle tribune al campo: la Lazio dovrà fare attenzione soprattutto al neoacquisto granata Ibrahim Karamoko, giovane talento classe 2001 arrivato dal Chievo Verona, che si andrà ad aggiungere alla lista dei fuoriquota a disposizione di Marcello Cottafava. Sulla sponda biancoceleste sarà fondamentale macinare punti partita dopo partita per agguantare il vero obiettivo dell’anno, i play off scudetto. Nonostante i nuovi arrivi in casa biancoceleste, come il difensore svizzero Enzo Adeagbo (il quale però non sarà disponibile causa infortunio) e Kais Nasri, cugino dell'ex Manchester City Samir, l'allenatore sembra puntare su giocatori già titolari lo scorso anno con l'aggiunta di un nuovo volto. Il 4-3-1-2 vedrà tra i pali il gigante Furlanetto alle spalle della difesa composta da Novella, il pilastro Franco, Pica e Ndrecka. A centrocampo la new entry Marino, che si è messo fortemente in luce durante la preparazione con un bellissimo gol da centrocampo nell'amichevole contro il Montegiorgio, affiancherà Bertini e Czyz. Shehu sulla trequarti si troverà davanti un attacco formato da Raul Moro, richiamato in Primavera per aiutare la squadra dopo un finale di stagione agli ordini di Inzaghi e Nimmermeer. A disposizione, oltre alla certezza Cerbara, pronto a subentrare a partita in corso, i nuovi classe 2002 e 2003 scalpitano per mettersi in mostra e ridare fiato ad una formazione titolare piena di impegni, tra campionato, Coppa Italia e Youth League.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE