Cerca

Speciale/2

Road to the Derby: Roma e Lazio al grande appuntamento

Alberto De Rossi e Leonardo Menichini: si ripete la sfida tra i due tecnici, lo scorso anno la spuntò l'allenatore biancoceleste

21 Ottobre 2020

Road to the Derby: Roma e Lazio al grande appuntamento

Providence in azione nell'ultimo derby ©De Cesaris

Sabato alle 15.00 ci sarà il fischio d'inizio di una delle partite più attese dell'anno per quanto riguarda il campionato di Primavera 1. Al Fersini Lazio e Roma scenderanno in campo per darsi battaglia, con obiettivi diversi per il lungo termine magari, ma con la stessa identica voglia di affermarsi. Almeno per questi novanta minuti si cancella ogni discorso numerico e razionale, l'anima ed il cuore conteranno più della tecnica, proprio come accaduto lo scorso anno, quando in maniera del tutto inaspettata l'aquila mise al tappeto la lupa. Nelle prime quattro giornate di campionato biancocelesti e giallorossi sono scesi in campo quasi sempre con gli stessi interpreti, staremo a vedere se i due allenatori insisteranno anche nella stracittadina, oppure decideranno di cambiare qualcosa.


Lazio ancora imbattuta: Menichini non cambia mai

Andrea Marino e Raul Moro ©De Cesaris

Una grande vittoria all'esordio stagionale, contro il Torino, poi tre pareggi consecutivi. I biancocelesti sono sul pezzo e attualmente stazionano al sesto posto (da considerare comunque che molte altre squadre hanno giocato meno gare causa Covid-19). La formazione di Menichini subisce parecchio ma segna allo stesso modo con 9 gol fatti e 8 incassati. Il tecnico laziale ha fatto capire di voler puntare sempre sugli stessi. Furlanetto sembra insostituibile, grazie ad un avvio di stagione da incorniciare. Titolarissimi anche i Novella, Franco e Ndrecka, dunque i due terzini ed il capitano col solito vizio del gol. Pino, Pica ed il neo arrivato Adeagbo si sono alternati nel completare la retroguardia. Geometrie affidate ad Andrea Marino, con al suo fianco Bertini e quasi sempre Czyz. In attacco ci sono state invece alcune variazioni nel corso di queste quattro partite. Menichini ha iniziato con il 4-3-1-2, per poi passare presto al più classico dei 4-3-3 e sembra voler proseguire su questa strada. Nimmermeer prima punta, al suo fianco Shehu ed il jolly Raul Moro che sale e scende tra Primavera e prima squadra. Attenzione al sempre insidioso Cerbara che rientrato dall'infortunio, nell'ultima giornata contro il Sassuolo ha conquistato una maglia da titolare a discapito di Czyz.


Roma, verso la cinquina sempre con gli stessi undici

Podgoreanu, Tall e Darboe festeggiano ©AsRoma/Rossi

Quattro vittorie in altrettante gare per i ragazzi di Alberto De Rossi, 13 gol fatti e 6 subiti; primi tre successi arrivati con il risultato di 3-2 e l'ultimo trionfo maturato ai danni dell'Atalanta con uno splendido 4-0 al Tre Fontane. Il tecnico giallorosso ha fatto capire di affidarsi sempre alle stesse figure, non variando di troppo, almeno per il momento, l'undici titolare. E guai a chi cambia il modulo! Uno spregiudicatissimo 3-4-2-1, come voluto dalla società, continua ad avere i suoi dolci frutti: difesa bloccata, centrocampo a protezione del pacchetto arretrato e tanta fantasia tra corsie esterne e reparto offensivo. Fisso Boer tra i pali (solo con il Genoa ha giocato Mastrantonio), difesa composta da Ndiaye (con la Fiorentina Buttaro dal 1'), Vicario e Feratovic, i due nuovi acquisti sempre in campo finora. In mediana spazio a Tripi e Darboe, forti delle certezze accumulate tra lo scorso anno e l'inizio di questa stagione, pedine fondamentali nello scacchiere di Alberto De Rossi. Stesso discorso per le corsie esterne con Podgoreanu, a destra, e Providence, a sinistra, reduci da un poker di gare d'alto livello. L'ex Psg è in crescita, ottima prestazione per lui contro l'Atalanta, mentre l'israeliano fornisce prove più che positive con grande continuità. Tall, Zalewski e Milanese (quest'ultimo partito dalla panchina solo con il Genoa, all'intervallo ha sostituito uno spento Astrologo, titolare della sfida) formano il trio offensivo che sta facendo le fortune della Roma. La punta e l'italo-polacco sono già a quota 9 reti con rispettivamente 4 e 5 gol all'attivo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE