Cerca

Focus

Cesaroni e Nasri, analisi di un match cambiato…dai cambi

Subentrati a metà del secondo tempo i due giovani talenti hanno dato una svolta alla partita, partecipando ai due gol che hanno messo in ginocchio la Fiorentina

04 Novembre 2020

Cesaroni e Nasri, analisi di un match cambiato…dai cambi

Menichini e Cesaroni ©De Cesaris Nasri Foto Instagram

Per la Lazio, la vittoria di venerdì scorso al Franchi è stata una ventata d’aria fresca necessaria. È inutile prendersi in giro, sminuire ciò che è successo sei giorni prima: un derby perso fa male, un derby perso per 4-0, tra le mura di Formello, fa malissimo. Firenze è stata la partita della verità, quella da cui capire se questa squadra abbia le potenzialità per reagire e puntare ad obiettivi grandi, spesso mancati negli ultimi anni. Ma una reazione, ancor prima che dai ragazzi in campo deve partire dalla panchina, da chi un gruppo lo crea, lo guida e lo rende più unito. È il 21’ della ripresa e la Lazio è in vantaggio sulla Fiorentina per una sola rete, quella segnata da Shehu tre minuti prima quando la viola era nel suo miglior momento. Col match ancora in bilico arriva l’intuizione: fuori lo stesso marcatore e Bertini, dentro Cesaroni e Nasri. È follia sostituire chi fino a quel momento aveva messo in campo un’ottima prestazione, arricchita anche da un gol? Forse, ma l’istinto di Menichini si rivela folgorante. La spinta offensiva portata da questi due ragazzi è evidente da subito: il centrocampista franco algerino si rende protagonista del raddoppio biancoceleste, servendo un assist perfetto a Raul Moro che a tu per tu con Luci non può sbagliare. È di Cesaroni invece la manovra d’attacco dalla quale nasce la rete dello 0-3, che stende definitivamente la Fiorentina e conferma la forza di una squadra che riesce sempre a rialzare la testa. Perchè le battaglie, anche quelle più difficili, si vincono solo se un condottiero conosce bene i suoi uomini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni