Cerca

Focus

Roma, la scalata di Morichelli: da riserva a leader difensivo

Contro la Lazio il centrale ex Tor Tre Teste ha dimostrato di essere diventato un pilastro della retroguardia giallorossa

27 Aprile 2021

Morichelli in azione

Morichelli in azione durante il derby ©D'Offizi

Nel super inizio di campionato da parte della Roma (sette vittorie consecutive nelle prime sette giornate) Raul Morichelli non era riuscito ad imporsi, vedendosi relegato in panchina e con poche occasioni concesse dal tecnico Alberto De Rossi. Dopo la sospensione, alla ripresa del Primavera 1, la svolta c'è in occasione di Sampdoria-Roma, con l'allenatore giallorosso che ripone fiducia nei confronti dell'ex Tor Tre Teste affidandogli una maglia da titolare. Una fiducia subito ben ripagata da Morichelli, che contro i blucerchiati conferma le buone impressioni suscitate nelle amichevoli pre-stagionali e disputa una gara ampiamente oltre la sufficienza. Da lì in poi sarà sempre titolare, scalzando definitivamente Vicario dal ruolo di centrale nella difesa a tre. Contro l'Atalanta, due settimane fa, De Rossi sceglie di ritornare alla difesa a quattro, ma Morichelli è sempre titolare. Nel frattempo una grande soddisfazione in ottica prima squadra con Paulo Fonseca che lo convoca per il ritorno dei quarti di Europa League contro l'Ajax. Sabato, contro la Lazio, Morichelli ha compiuto un'ulteriore step nella sua personale crescita. Così, alle sue solite ed ottime qualità tecniche, ha aggiunto quelle caratteriali, caricandosi a più riprese la squadra sulle spalle. Non che nelle altre gare fosse venuto meno da questo punto di vista, anzi, ma nel derby si è avuta come l'impressione di un altro tassello aggiunto al mosaico che il giovane 2002 sta costruendo, con dedizione e sacrificio. Emblematica la chiusura su Raul Moro nel finale di primo tempo: il talento biancoceleste scappa via a Ndiaye che non riesce a contenerlo, arriva pericolosamente dalle parti di Mastrantonio, ma si vede sbarrare la strada dal provvidenziale intervento di Morichelli. Il centrale romanista continuerà a giocare un derby all'insegna dell'aggressività e della concentrazione, senza staccare mai la spina. Dopo la convocazione in prima squadra, a breve potrebbe arrivare la firma sul suo primo contratto da professionista, per quello che sarebbe un ulteriore attestato di stima da parte del club giallorosso. É però sicuro che Raul Morichelli è il miglior difensore a disposizione di Alberto De Rossi, almeno fino a questo momento. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE