Cerca

primavera 1

Czyz illude la Lazio. La Spal rimonta e cala il tris

Ancora una sconfitta per la formazione di Menichini che rimane al penultimo posto in classifica

27 Maggio 2021

25a GIORNATA - 26 maggio 2021

Spal 3 - 1 Lazio
Czyz

Czyz, a sinistra, ha segnato il vantaggio per la Lazio (Foto ©D'Offizi)

SPAL Galeotti 5.5, Savona 6.5, Yabre 6.5, Peda 7, Csinger 6, Mamas 6, Attys 7, Colyn 6 (13’st Campagna 7), Moro 6, Seck 6.5, Cuellar 6 (31’st Iskra 6) PANCHINA Rigon, Wozniak, Alcides, Owolabi, Borsoi, Semprini, Zanchetta, Carrà, D’Andrea, Zuberek ALLENATORE Scurto

LAZIO Furlanetto 7, Floriani 6.5, T.Marino 4.5, Bertini 6, Armini 5.5, Franco 6.5 (44’st Pica sv), Moro 5.5, A. Marino 6, Castigliani 6 (18’st Cerbara 5.5), Czyz 7 (18’st Tare 5.5), Novella 6 PANCHINA Pereira, Peruzzi, Cesaroni, Pica, Nimmermeer ALLENATORE Menichini

MARCATORI Czyz 10’pt (L), Attys 24’pt (S), Peda 15’st (S), Campagna 48'st (S)

ARBITRO Cavaliere di Paola 6 ASSISTENTI Santarossa di Pordenone e Ceolin di Treviso

NOTE Espulsi Marino T. Angoli 9-1 Rec. 2’pt – 4’st

Altro giro, altra corsa, il risultato però non riesce a cambiare. Ennesima sconfitta per Lazio che ormai sembra aver definitivamente gettato la spugna in attesa che questo campionato fallimentare giunga al termine. Formazione collaudata per la Menichini che deve fare a meno oggi di Shehu e Ndrecka, pedine importantissime della sua squadra. Costruzione dal basso per i padroni di casa che al 4’ sfruttano un calcio di punizione dalla trequarti: sul pallone va Colin, batti e ribatti in area ma la difesa laziale è brava a spazzare via. I capitolini cercano le ripartenze puntando soprattutto a servire Moro in profondità, gli estensi invece utilizzano più le fasce con Yabre da una parte e Seck dall’altra. Nonostante siano gli emiliani a tenere in mano le redini del match arriva all’improvviso il gol del vantaggio della Lazio: Czyz prova il tentativo dalla lunga distanza, il missile rasoterra viene prima deviato dal palo, poi entra in rete. I ragazzi di Scurto accusano il colpo e iniziano a subire gli avversari galvanizzati dal gol: al 17’ altra grande conclusione da fuori, stavolta di Bertini, la sfera si impenna e finisce alta sopra la traversa. La reazione spallina non si fa attendere: al 20’ grande apertura di Seck per Savona, palla che finisce sui piedi di Cuellar tutto solo davanti a Furlanetto, il portiere compie un miracolo, ci mette il corpo e dice di no al tentativo di pareggio. La forza di volontà della Spal porta la squadra a spingere in avanti per conquistare il momentaneo pareggio meritato: al 24’ buona azione manovrata sulla trequarti, Cuellar dalla destra crossa in area, flipper che beffa Furlanetto, Attys a due passi dalla porta non può sbagliare. Tre minuti più tardi è ancora occasione per i padroni di casa: Yabre porta avanti il pallone, con una finta scarica su Attys, sfera che finisce dalle parti di Savona che calcia ad incrociare, il numero uno laziale ci mette i guanti e salva la Lazio. Ultimi minuti di sprint di un primo tempo giocato non a ritmi elevatissimi: al 40’ doppia chance per Seck che ancora una volta si ritrova un Furlanetto invalicabile. Secondo giallo sul finale per Tommaso Marino che, ammonito pochi istanti prima, lascia in dieci i compagni. Nella ripresa subito occasione su calcio di punizione per la Spal: Colin crossa in area, Addys tenta l’incornata, super Furlanetto dice di no. Nella ripresa Scurto comincia a cambiare le carte in tavola ma è uno dei titolari al 15’ a trovare il gol pesantissimo che porta la Spal in vantaggio: pallone che sfreccia in area, perfetto il tempismo di Peda che trova il suo primo gol stagionale spiazzando Furlanetto. Colpo incassato dai capitolini che non riescono più a insidiare la squadra di casa neanche con l’ingresso dei due attaccanti Cerbara e Tare. A nove minuti dal termine Raul Moro ottiene punizione da punizione interessante: Bertini chiama lo schema, Tare prova a saltare ma la difesa della Spal non sbaglia marcature. Al 41’ brivido per gli estensi col cross perfetto di Novella, Tare sfiora soltanto e si divora il gol che avrebbe riportato la Lazio sul pari. Nel recupero è addirittura tris della Spal: buono l’inserimento di Seck in area, passaggio a Iskra che scarica di nuovo sul numero dieci, il tiro è potente e deviato in ultimo da Campagna che ruba la gioia al compagno e ci mette la firma. Negli ultimi minuti la squadra di Menichini resta a guardare gli avversari gestire il pallone con disinvoltura e portare a casa tre punti fondamentali per continuare a scalare posizioni in quella zona alta della classifica che le giovani aquile, in questa stagione, non hanno mai assaporato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni