Cerca

Primavera 1

Lazio, testa già al play out: l'Ascoli passa al Fersini di misura

La formazione di Calori chiude con un ko la sua regular season ed ora serviranno 90' perfetti per salvare la categoria

16 Giugno 2021

30a GIORNATA - 16 giugno 2021

Lazio 2 - 3 Ascoli
Lazio

Lazio, ko anche nell'ultima stagionale (Foto ©D'Offizi)

LAZIO Pereira, Floriani, D.Franco, Zaghini, Novella (42’st T. Marino), Coulibaly, Bertini, Ferrante, Mancino, Tare (33’st Cerbara), Shehu PANCHINA Peruzzi, Zappalà, L.Franco, Cesaroni, Ferro, A.Marino, Capotosti, Castigliani ALLENATORE Calori

ASCOLI Raffaelli, Lisi, Gurini, Ceccarelli, Pulsoni, Alagna, Palazzino (38’st Riccardi), Olivieri, D'Agostino, Franzolini (15’st Colistra), Intinacelli (38’st Marucci) PANCHINA Maresca, D'Ainzara, Suliani, Rosolino, Luongo, Re, Mangini, Markovic ALLENATORE Seccardini

MARCATORI Franzolini 3’st (A), Franco 15’st aut. (A) Franco 30’st (L), Lisi 44’st (A), Castigliani 46'st (L)

ARBITRO Grasso di Ariano Irpino ASSISTENTI Maiorino e Croce di Nocera Inferiore

NOTE Ammoniti Ferrante, Bertini

Ultimo appuntamento di una stagione amara per la Lazio, ora presa in mano da mister Calori, che chiude il campionato con l’ennesima sconfitta. Adesso testa allo spareggio per salvare faccia e categoria. A partire più aggressiva è la formazione di Seccardini che al 6’ impensierisce Pereira, bravo a respingere con i piedi, sulle ripetute conclusioni di Franzolini. Al quarto d’ora arriva anche la prima vera occasione per i biancocelesti con Novella che da fuori area tenta il tiro, annullato da Raffaelli. Il match prosegue a ritmi elevati con numerose chance da una parte e dall’altra, soprattutto da parte di Mancino che si mostra in ottima forma, ma nessuna delle due compagini riesce a trovare il varco giusto per bucare la difesa avversaria e arrivare in porta. Al 35’ ci prova anche Tare dalla distanza ma la sfera esce di poco. Continua a spingere la formazione padrona di casa ancora con il suo numero nove servito da Tare, la conclusione si perde prima sul lato della porta, poi sul fondo. Sul finale di primo tempo anche Damiano Franco ci prova con un colpo di testa, sfortunato manda di poco fuori la sfera. Ripresa turbolenta per i ragazzi di Calori: al 3’ infatti passa in vantaggio l’Ascoli con Franzolini che si libera facilmente di Floriani, raccoglie lo scarico di D’Agostino e insacca il pallone alle spalle di Pereira. Se è vero che al peggio non c’è mai fine i capitolini continuano a subire colpi: il più pesante arriva proprio da uno di loro al 15’ perché è Franco l’artefice del raddoppio bianconero, col pallone che sbatte addosso al difensore romano dopo che Zaghini aveva tentato di spazzare via il tentativo di Olivieri. A un quarto d’ora dal termine è un episodio a riportare la Lazio in partita e a trasformare proprio il numero tre biancoceleste da croce a delizia: Shehu tenta la conclusione verso la porta deviata con la mano da un avversario. Grasso fischia il penalty realizzato senza esitazione. Al Fersini è movimentatissimo il finale di partita: al 44’ anche Lisi dal dischetto non fallisce e cala il tris, due minuti più tardi Castigliani accorcia le distanze di testa. Termina malissimo la stagione della Lazio, già focalizzata sul play out.
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE