Cerca

mercato

Montespaccato, Silvestro torna all'Inter. Monnanni "Raccoglie i frutti del suo lavoro"

Il terzino, che a disposizione di Ferazzoli ha collezionato 29 presenze ed un gol con la maglia del Montespaccato, rientra alla base

08 Luglio 2021

Alessandro Silvestro

Alessandro Silvestro, torna all'Inter dopo la parentesi al Montespaccato

Il Montespaccato Calcio è lieto di annunciare ufficialmente il rientro all’Inter per fine prestito di Alessandro Silvestro, esterno destro classe 2002. Alessandro, dopo un anno di grande crescita umana, sportiva ed agonistica ha centrato in pieno tutti gli obiettivi che erano stati alla base del suo ingresso transitorio tra le fila degli azzurri del presidente Monnanni ed è ora pronto per l’ingresso nella porta principale del calcio professionistico.Oltre ad aver rappresentato un elemento irrinunciabile e determinante nello schieramento di gara del Montespaccato, con 29 presenze, una rete e diversi assist, Alessandro ha ripreso gli studi a suo tempo sospesi per conseguire brillantemente il diploma di maturità. Le esperienze uniche di comunità, partecipazione e volontariato promosse nell’ambito del Programma “Talento & Tenacia”, cui ha sempre partecipato con interesse ed entusiasmo lo hanno inoltre arricchito di consapevolezza e maturità, di cui ha fatto tesoro anche a livello personale. Proprio per questo lo scorso 25 giugno, a riconoscimento dei risultati raggiunti grazie al suo impegno, l’Asilo Savoia gli ha conferito nel corso della V edizione del Premio “Talento & Tenacia” svoltosi a Piazza San Cosimato a Roma, lo speciale Premio “Talento dell’Anno” con relativa medaglia d’argento. "Alessandro - ha dichiarato il Presidente Massimiliano Monnanni - un anno fa ha fatto la scelta rivelatasi ora giusta, ma allora niente affatto facile ne scontata, del Montespaccato. Oggi con il rientro all’Inter e l’ingresso nella Primavera dei Campioni d’Italia raccoglie i frutti meritati del suo lavoro e di quello che tutta la Società ha fatto per responsabilizzarlo e farlo sentire protagonista dentro e fuori il campo. È l’ennesimo esempio - ove ce ne fosse ancora bisogno - di come un vero talento naturale possa raggiungere il proprio sogno sportivo grazie anche e soprattutto al contesto organizzativo, societario e umano in cui crescere ed affermarsi"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE