Cerca

primavera 2

Lazio, arrivano i playoff . I ragazzi di Calori sono chiamati al miracolo

Dopo aver buttato il primato del girone con un finale di stagione disastroso, le aquile adesso dovranno fare l'impresa per tornare in Primavera 1

21 Aprile 2022

Alessandro Calori

Alessandro Calori, allenatore della Lazio (Foto ©Benedetti)

Difficile pensare ad uno scenario del genere quando la stagione stava per iniziare, impensabile solo immaginare la situazione di classifica attuale considerando il periodo florido che il nuovo anno aveva portato. La Lazio ha chiuso la sua regular season con un’altra sconfitta, questa volta incappando nel ko in quel di Pisa. Sicuramente si è inceppato qualcosa nella squadra di Calori, che ha subito diverse perdite lungo il campionato ma ormai dispersa in un momento veramente critico se si guardano i risultati inanellati negli ultimi mesi. Le aquile si sono involute del tutto, perdendo quel cinismo e quella capacità di dominare il gioco che l’avevano resa la regina del suo girone. Iconico in questo senso il pareggio interno contro l’Ascoli, dove i capitolini hanno tenuto per tutta la partita il pallone tra i piedi senza mai riuscire ad affondare definitivamente, non trafiggendo oltre la retroguardia bianconera. Un cambio di tendenza impressionante, e di certo preoccupante calcolando la strada da fare per tornare in Primavera 1. Adesso i biancocelesti si ritrovano incredibilmente al terzo posto in classifica, visto il sorpasso del Frosinone, ma con la seria possibilità di scendere fino in quarta posizione. Difatti nel weekend si giocherà l’ultima giornata, quella in cui la Lazio è chiamata a scontare il suo turno di riposo, mentre il Pisa avrà la ghiotta di chance di salire sul gradino più basso del podio con una vittoria in quel di Benevento. Uno scenario veramente da horror per Bertini e compagni che adesso dovranno rimboccarsi le maniche e tornare a correre come prima, altrimenti le aquile saranno costrette ad un altro anno nella serie cadetta, costatando una nuova disfatta con la loro massima giovanile. I playoff sono dietro l’angolo e nel giro di pochi giorni si conoscerà la prima avversaria per tentare la scalata verso la promozione. Nel girone a è ancora tutto da decidere: l’Udinese occupa la vetta ma è insidiata da Parma a Monza, appena ad un punto dalla compagine friulana. Al contempo il Brescia si ritrova quarto, mentre Cremonese e Venezia distano solamente tre lunghezze e battaglieranno per l’ultima posizione che vale la post season. Un finale da scrivere interamente, con la Lazio che ha la consapevolezza di esser obbligata a trionfare indipendentemente dai rivali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE