Cerca

Girone B

Primavera 2, si comincia. La Lazio chiamata a vincere, Viterbese in fermento

Manca veramente poco allo start del campionato cadetto, dove due formazioni della nostra regione saranno impegnate

09 Settembre 2022

Valerio Crespi

Valerio Crespi, attaccante della Lazio (Foto © Benedetti)

Tutto è ben settato ai nastri di partenza, con le contendenti definite, preparate per una battaglia intensa, destinata a regalare diverse emozioni, regalare qualche sorpresa, confermando se possibile le certezze iniziali. Domani prenderà ufficialmente il via il campionato di Primavera 2, con Lazio e Viterbese dirette interessate. I biancocelesti sono reduci da una stagione a tutti gli effetti deludente, dove il mancato approdo in Primavera 1, a favore di Cesena e Frosinone, ha reso maggiormente profonde diverse crepe nell’organigramma societario capitolino, tanto da rivedere tutto in estate. La gestione della massima giovanile laziale è stata tolta dalle mani di Igli Tare, per esser affidata al duo Fabiani-Bianchessi, di modo di rispolverare i fasti del passato. La prima decisione è stata quella di separarsi da mister Alessandro Calori, sposando il progetto di Stefano Sanderra, ex allenatore dell’Hibernians a Malta, di modo da ripartire insieme con il gruppo dei 2004 verso la promozione. Le insidie però sono sempre dietro l’angolo e domani si scenderà sul campo dell’Ascoli al fine di portarsi a casa i primi tre punti. Nel campionato passato Crespi e compagni ne rifilarono quattro ai bianconeri, venendo poi però stoppati a Formello per 1-1 nella gara di ritorno. Il tecnico biancoceleste ha già sottolineato come la squadra debba ancora trovare la condizione migliore, ma di certo ha garantito che l’obiettivo sarà quello di uscire subito vittoriosi dalla trasferta. Affidandosi con molto probabilità al 4-3-3, modulo scelto per dare continuità alla Lazio di Sarri, le aquile non avranno a disposizione diversi elementi importanti nella sfida ai marchigiani, causa la squalifiche per Bigonzoni e Ruggeri, gli infortuni di Castigliani allo stinco e Quaresima per la rottura del crociato, chiudendo con un Rossi in forse. Di certo più di qualche problema, ma i capitolini dovranno comunque dire la loro in un campionato dove non possono più permettersi di sbagliare. Tempo di prima volta invece in casa Viterbese, che dopo la storica promozione della passata stagione adesso non vuole recitare assolutamente il ruolo della comparsa, cercando di costruirsi una longevità stabile tra i cadetti, magari risultando protagonista. I giallazzurri esordiranno tra le mura amiche in uno scontro molto tosto che li vedrà opposti al Pescara, formazione retrocessa dalla Primavera 1. Gli abruzzesi verranno senza dubbio con uno spirito battagliero in quel di Ronciglione, trovando però davanti a sé una compagine attrezzata, guidata da mister Pesoli. Nei due turni preliminari di Coppa Italia i leoncini, dopo aver eliminato la Ternana, hanno visto la loro corsa fermarsi in quel di Crotone, avversari entrambi che ritroveranno nel girone. Ora però è necessario concentrarsi sui biancoazzurri per iniziare al meglio in questa nuova avventura.

Il programma di sabato 10 settembre:

Ascoli-Lazio 15:00

Viterbese-Pescara 15:00

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni