Cerca

L'ANALISI

Torrenova, un grande inizio di campionato

Parla l'attaccante Giacomo Babbucci, protagonista del 2-0 contro il Tormarancio: "Sette punti nelle prime tre giornate sono già un gran traguardo"

22 Settembre 2014

Babbucci, attaccante del Torrenova

Babbucci, attaccante del Torrenova

Babbucci, attaccante del TorrenovaIl Torrenova sale sempre più in alto. Alle spalle dei colossi Città di Ciampino e Lepanto Marino, nel gruppo C di Promozione, resistono solo la squadra di mister Domenico Tripodi e il Palocco a quota sette punti. Ieri il Torrenova ha infilato il secondo successo consecutivo (il primo al Tre Torri dopo lo sfortunato 1-1 dell’esordio con il Sermoneta che pareggiò in pieno recupero) battendo il Tormarancio per 2-0 grazie ai sigilli di Babbucci nel primo tempo e di Giuliani nella ripresa. Un risultato chiaro che secondo il primo marcatore Giacomo Babbucci non racconta in pieno come sia andato realmente il match. «Nella prima frazione – dice il 24enne attaccante ex Casalotti, Maccarese e Guidonia – abbiamo creato tante occasioni e abbiamo avuto il torto di non capitalizzare di più. Il mio gol? E’ nato sugli sviluppi di un corner: dopo una conclusione di Consorti respinta dal portiere, sono arrivato sul pallone e l’ho messo nel sacco. Nella ripresa il match è stato più equilibrato anche se non abbiamo corso troppi rischi e poi abbiamo raddoppiato i conti con Giuliani che si è presentato a tu per tu col numero uno avversario e lo ha battuto». L’attaccante è onesto quando parla dell’ottimo avvio di stagione del Torrenova. «Probabilmente non mi aspettavo neanche io di poter conquistare sette punti nelle prime tre giornate – ammette Babbucci – perché la nostra è una squadra nuova con un allenatore nuovo e quindi pensavo ci volesse un po’ di tempo per conoscerci come aveva dimostrato anche il pre-campionato. Invece con l’arrivo delle gare da tre punti ci siamo compattati ancor di più e ora ci godiamo questa bella classifica anche se dobbiamo rimanere umili e restare coi piedi ben saldi a terra». Il prossimo turno vedrà il club del presidente Mailar fare visita ai Vigili Urbani. «Di loro sappiamo poco, tranne che hanno un solo punto in classifica. Ma saremmo ingenui a pensare di andare lì e vincere facilmente. Il campionato di Promozione – sottolinea Babbucci – nasconde insidie in ogni partita e quindi dobbiamo aspettarci un match molto duro».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni