Cerca

girone b

Il Villalba di De Filippo dilaga in casa con il Passo Corese

La formazione di casa conquista una vittoria netta contro la squadra di mister Angelucci

31 Gennaio 2016

Sconfitta pesante per il Passo Corese

Sconfitta pesante per il Passo Corese

Sconfitta pesante per il Passo Corese

La Coresina sprofonda di nuovo, sotto i colpi di un Villalba cinico e determinato, che ha avuto il merito di capitalizzare al massimo ogni azione creata. Vince con merito la squadra di De Filippo, che soffre un tempo intero, nonostante il gol del vantaggio, prima di dilagare in una ripresa in cui i bianconeri, complici anche gli episodi, spariscono dal campo, come già accaduto altre volte. Resta sempre complicatissima la situazione di classifica dei ragazzi di Angelucci, che ora devono dare una seria svolta alla stagione per cercare di allontanare lo spettro di una retrocessione diretta che, in caso contrario, sembra davvero difficile da evitare. Eppure non partono male Loreti e compagni: il 4-4-1-1 disposto da Angelucci sembra funzionare, la squadra giostra bene in mezzo al campo, togliendo ogni punto di riferimento a Vivirito e i suoi. Ma alla prima palla buona i padroni di casa passano: Pulci lancia da 40 metri per Neroni, lasciato solo da Gerli, il numero 10 rossoblu si incunea tra Marcelli e Ceccarelli e batte Mercurio con una rasoiata. Sono passati appena 11 minuti e la Coresina è già sotto. Sembra un film già visto, e invece i sabini riordinano le idee, e pur senza creare particolari pericoli guadagnano metri su metri, facendosi preferire in mezzo al campo. Merito della giornata di grazia di Daniele Filippi (nella foto), autore di una prestazione maiuscola nonostante il risultato finale. L’occasione per pareggiare il Passo Corese ce l’avrebbe pure, ma alla mezz’ora il portiere di riserva Sciarratta – entrato in campo dopo appena 7 minuti al posto dell’infortunato Roberti – si inventa la parata della domenica neutralizzando una punizione al bacio di Passarani. Il vantaggio dei tiburtini tiene, nonostante ai punti la formazione di Angelucci forse avrebbe meritato qualcosa in più. I primi minuti del secondo tempo sono la chiave del match: dopo appena 6 minuti, contrariamente a quello che ci si poteva immaginare dalla ripresa, il Villalba raddoppia: Pulci, uno dei migliori, semina il panico sulla destra da una rimessa laterale, e crossa teso per Zaini, bravissimo ad anticipare tutti e battere mercurio per la seconda volta. Il gol piega le gambe ai bianconeri, ma il vero colpo di grazia arriva nei tre minuti che passano tra il 18’ e il 21’: prima Sacripanti si ritrova sui piedi la palla del 2-1, ma l’ex Città di Monterotondo e Guidonia si fa ipnotizzare da Sciarratta fallendo una ghiotta chance di riaprire la partita. Poi, sul quasi immediato capovolgimento di fronte, Mercurio si fa espellere abbattendo Neroni in area. La decisione è piuttosto fiscale, in quanto seppure ultimo uomo, il giovane portierino bianconero commette il fallo parecchio defilato rispetto alla porta. Poco cambia, Angelucci è costretto a far uscire Passarani per il secondo portiere Antonini. Che viene spiazzato da Centanni, al suo settimo centro stagionale. Fine dei giochi, la Coresina va in bambola e non riesce più a fare gioco, il Villalba contiene e cerca di ripartire. Riuscendo ad arrotondare il risultato ancora con Centanni, al 41’. Punizione severa per i bianconeri, che dopo aver mostrato buone cose nel primo tempo escono frastornati dal campo tiburtino. Ci sarà da lavorare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE