Cerca

Coppa Italia

Peressini lancia il Sermoneta, Calcio Sezze eliminato

All'undici di Gesmundo basta il lampo del proprio attaccante nella ripresa. I lepini accedono in semifinale, saluta invece il team di Pernarella

15 Febbraio 2017

Le due squadre all'ingesso in campo

Le due squadre all'ingesso in campo

SERMONETA – CALCIO SEZZE 1 - 0 (And. 1 - 1)

MARCATORI Peressini 21'st

SERMONETA Pintore, Iannella, Todo, De Santis F., Formato, Celli, Pisano, Ispas (30’ st Caputi), Gesmundo (25’ st Ciccarelli), Peressini, Valente PANCHINA Minutilli, Manni, Micolani, Onorato, Ricci ALLENATORE Gesmundo

CALCIO SEZZE Stefanini, Damiani, Bernardi, Martelletta (30’ st Ciarmatore A.), Di Girolamo, Rogato, Lucarini (35’ st Coia), Cece, Ferrara, Rosella, Reali (8’ st De Santis V.) PANCHINA Ciarmatore F., Ceci, Di Giorgi, Malandruccolo ALLENATORE Pernarella

ARBITRO Martinelli di Ostia Lido

ASSISTENTI Mounga Ngwate di Aprilia e Civilini di Tivoli

NOTE Espulso al 50' st Rogato (CS) per proteste Ammoniti Todo Rec. 0'pt - 8'st.



Le due squadre all'ingesso in campo

Termina nel peggiore dei modi l’avventura in Coppa Italia per il Calcio Sezze, eliminato nel doppio confronto con il Sermoneta da decisioni arbitrali discutibili, più che dal reale valore degli avversari, che accedono alle semifinali della competizione. In avvio Pernarella deve rinunciare agli squalificati Pellerani e Di Trapano e all’infortunato Miccinilli, mentre Coia inizia il suo match dalla panchina, lasciando spazio davanti al terzetto formato da Rosella e Reali a sostegno di Ferrara. Proprio all’attaccante capita la prima occasione del match, al 3’: sulla rimessa con le mani stile corner di Bernardi va a colpire di testa ma il pallone termina alto. Al 12’ rischia grosso il Sezze, con Peressini che si invola e lancia Gesmundo tutto solo davanti a Stefanini, che riesce ad opporsi alla conclusione tenendo in vita i suoi. Al 23’ altra clamorosa occasione per Peressini che scappa sull’out destro, si accentra, entra in area e prova a battere non riscendo di un soffio a trovare la porta. Prima dell’intervallo ancora lo scatenato Peressini mette in mezzo un pallone che Ispas, complice anche un errore di Bernardi, riesce a controllare e a concludere, sfiorando il palo. Nella ripresa Sezze sembra entrare in campo con un altro piglio, e al 19’ Martelletta invoca il penalty per un contatto in piena area, ma il direttore di gara lascia correre. Alla prima occasione del secondo parziale il Sermoneta passa: Peressini si fa trovare in area tutto solo da De Santis, controlla agevolmente e di sinistro batte Stefanini. La rete subita blocca le gambe dei rossoblu che un minuto più tardi rischia grosso sul tiro di Gesmundo sul quale Stefanii compie un miracolo. Sezze avanza il baricentro del suo gioco lasciando spazi ai padroni di casa, che in contropiede al 28’ sfiorano il bis con Ipsas, che spreca tutto strozzando la conclusione. A 10’ dalla fine Pernarella si gioca la carta Coia, mentre al 36’ Cece raccoglie da De Santis e dal limite ci prova con il destro non trovando però il bersaglio grosso. Gli ultimi minuti di gara sono al cardiopalma e negli ultimi 40 secondi del recupero accade l’inverosimile: sul tiro dal limite di Rosella la palla carambola sul braccio di Formato e termina fuori, ma il direttore di gara si limita ad assegnare un corner, sugli sviluppi del quale, in mischia, il pallone finisce nettamente sul braccio di Iannella. Anche in questo caso il direttore di gara lascia correre, scatenando le proteste dei rossoblu. A pagare il prezzo più alto è Rogato, che trova il rosso diretto. Poi tanta confusione e un triplice fischio che sa di beffa per quanto fatto vedere in campo e per quanto tolto da discutibili decisioni arbitrali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE