Cerca

la cerimonia

Città di Cerveteri: si alza il sipario sulla nuova stagione

Presso la Sala Ruspoli in piazza Santa Maria, alla presenza di dirigenza e istituzioni, è stata presentata ufficialmente la prima squadra verdazzurra

04 Agosto 2017

Città di Cerveteri, si alza il sipario sulla nuova stagione

Città di Cerveteri, si alza il sipario sulla nuova stagione

Città di Cerveteri, si alza il sipario sulla nuova stagione

Parte dalla Sala Ruspoli in piazza Santa Maria, davanti ai cittadini ed all'amministrazione comunale, l'avventura del Città di Cerveteri nella stagione sportiva 2017/18. La prima squadra verdazzurra è stata presentata ufficialmente nell'arco di una cerimonia (modulata dall'addetto stampa Emanuele Rossi) a cui hanno preso parte il sindaco Alessio Pascucci, l'assessora alle politiche culturali e sportive Federica Battafarano, il presidente Mauro Mazzarini, il vice Natalino Rinaldi, il dg Luca Mazzarini, il dt dell'agonistica Alan Gendusa e il dt della scuola calcio Paolo Bramucci. Clima di festa, spirito positivo e tanta voglia di far bene si sono percepiti nell'ambiente del Cerveteri, deciso a disputare un'annata da protagonista.


Dopo il saluto del presidente Mazzarini, che ha ricordato due figure carissime al club verdazzurro ovvero Alessandro Mazzalupi e Daniele Bruni, recentemente venuti a mancare, ha preso parola il sindaco Pascucci: "Quando si è palesata l'idea di presentare la squadra nei locali comunali sono stato particolarmente felice. Il calcio è lo sport nazionale e voi rappresentate la nostra città, da sempre molto legata al pallone. Lo sport va sempre considerato come strumento di costruzione della società: è fondamentale e se a Cerveteri è sopravvissuto è grazie a chi come la famiglia Mazzarini ha creato la possibilità di fare qualcosa di diverso, perché istituzioni non hanno fatto nulla. C'è tanto da fare e con lo sport si cresce sempre. Il Comune di Cerveteri è riconoscente alla società per il lavoro sulla prima squadra e soprattutto sul settore giovanile. L'anno scorso, conquistando una grande salvezza senza mai mollare, ci avete insegnato che nessuna battaglia è impossibile da vincere. Vi auguro una grande stagione". Segue poi l'intervento del dt della scuola calcio Bramucci: "Mi rivolgo alle famiglie: in tv oggi si vede un calcio che nulla ha a che vedere con i bambini. Qua insegniamo il gioco de pallone con i giusti valori, faremo spesso riunioni con i genitori. Per i più piccoli l'attività sarà ludica senza esasperazione: per regolamento tutti giocano e possono sbagliare". Dall'attività si base, all'agonistica, con le parole del dt Gendusa: "Sono nuovo in società e provengo dal Nord, da una cultura diversa. Sono nel Lazio dal 2013 e ho girato diverse società, poi grande fortuna ho avuto la possibilità di lavorare qua. Per prima cosa abbiamo creato una borsa studio per le medie e una le superiori: vogliamo dare un messaggio formativo ai ragazzi. Si può giocare e insieme studiare o lavorare brillantemente. Una società che si impegna con due borse di studio come la nostra fa tanto per il sociale: vogliamo compattare le frammentate scuole calcio nel territorio. Riguardo al calcio, ho portato innovazione: passiamo da una mentalità dilettantistica a quella dei professionisti. Come? Con obiettivi ambiziosi. Formare il più alto numero possibile di giovani per la prima squadra. Voglio che ci sia una filosofia calcistica comune a tutte le categorie". La palla poi passa all'assessore Battafarano: "Portate i colori di Cerveteri in tutta la regione. Con il dg Mazzarini c'è collaborazione e l'amministrazione vi seguirà. Lo sport è un valore importante non solo per l'aggregazione ma anche per la competizione, specie se sana". Si torna poi 'in campo' con gli interventi di mister Carlo Cotroneo e capitan Daniel Paraschiv. Così il tecnico: "Ci tengo a ringraziare la famiglia Mazzarini: la città e l'amministrazione devono capire lo sforzo della società. Questa città può fare qualcosa di importante e mi auguro che gli stimoli miei vengano riportati in campo, dove vorrei vedere aiuto reciproco senza lamentele". Queste le dichiarazioni de giocatore, con la nuova maglia addosso: "Sono quasi una bandiera, sono da tanto tempo qui. Voglio invitare tutti a seguirci allo stadio come qualche stagione fa, quando salimmo in Eccellenza. Auguro a tutti una buona stagione". Infine il pensiero della famiglia Mazzarini. Prima il dg Luca: "E' un orgoglio per me, nato qui, essere qui con l'amministrazione e tanto ragazzi di Cerveteri. Ringrazio tutti e spero che ci seguiate numerosi, è importante il supporto della città che i giocatori difendono. Abbiamo appena iniziato e ci aspetta tanto lavoro: crediamo nel lavoro, tutti, in campo e fuori. Speriamo di giocare la prima in casa, nel nostro fortino: in bocca al lupo a tutti!"; infine chiude il presidente Mauro: "Mi ricollego alle parole del mister: ogni anno ci sono difficoltà per portare avanti la società. Quest'anno è stato fatto ai ragazzi un discorso di appartenenza, chiedendo di rinunciare alla parte economica. Oggi abbiamo ragazzi, come l'allenatore, che hanno sposato il progetto e vorremmo vedere lo stesso spirito che ha coinvolto lo staff nei tifosi, cittadini. Seguire la squadra e partecipare al progetto è importante. Ringrazio l'amministrazione con cui c'è continua collaborazione. Speriamo vengano tempi migliori, ma non partiamo da ultimi. C'è un gruppo e possiamo dimostrare tanto. Chiudo ricordando Daniele Bruni: vorrei che tutti riflettessero su come questo ragazzo in così poco tempo è riuscito a dare così tanto, lo sentiamo sempre vicino, ha lasciato qualcosa di forte e di presente".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE