Cerca

L'amichevole

CPC 2005 verso il primo test contro il Montalto

I biancorossi si preparano alla prima amichevole di questo precampionato contro il team viterbese

03 Agosto 2018

La Cpc durante la preparazione

La Cpc durante la preparazione

La Cpc durante la preparazione

Dieci giorni di lavoro di cui cinque con doppie sedute sotto un sole a dir poco cocente. La Cpc ha inaugurato così la propria annata: ora i camalli sono attesi al primo vero test stagionale contro il Montalto dei civitavecchiesi Nicola Salipante (Mister), Francesco De Santis, Lorenzo Vincenzi, Andrea De Carli e Yuri Birra. Amichevole si, certo ma anche verifica che suscita molto interessa: la Roja è considerata la squadra da battere nel prossimo girone A di Promozione: del resto quadri dirigenziali, staff tecnico e parco giocatori, sono di primissima qualità per la categoriaLe due contendenti arrivano all’appuntamento con diverse defezioni: è risaputo, la preparazione al campionato porta i calciatori ad uno stato anche di sofferenza fisica considerevole a causa dei non indifferenti carichi di lavoro atletici: tradotto 4/5 assenze di rilievo saranno annotate sia da una parte che dall’altra.“Per noi - narra il direttore sportivo della Cpc Sandro Fabietti - si tratta di una prova, buona per assaporare il ritmo partita. La contesa servirà per prendere confidenza con determinati movimenti tattici impartiti dal tecnico: chiaro che la partita fornirà delle indicazioni, poi da analizzare, certo va rimarcato che siamo veramente solo agli inizi”.Il tecnico del Montalto Nicola Salipante giunge al match con solo 5 giorni di allenamenti sulle gambe per i suoi nuovi ragazzi e il trauma sportivo di aver perso, in extremis, Lorenzo Serafini: la punta si è accordata col Civitavecchia attraverso un blitz, a dir poco fulmineo.“Prenderemo per buona -racconta Salipante- ogni situazione che la gara amichevole fornirà, per noi si tratta di una sgambatura che veniamo ad affrontare con piglio di chi deve soltanto pensare a costruire, per crescere poi in vista del 2 Settembre dove si farà sul serio”.Salipante vorrebbe ma non può esimersi dal commentare la vicenda inerente il passaggio improvviso di Serafini dal Montalto al Civitavecchia.“Serafini -conclude mister Salipante- ci aveva dato la sua parola, noi non abbiamo più cercato attaccanti perché proprio lui ci aveva detto che sarebbe rimasto, ciò detto testa bassa e pedalare perché chi sposa il progetto Montalto deve essere convinto di farlo con tutti i sentimenti del caso, dando tutto per la maglia senza tentennamenti di alcun tipo”.Mercato che, proprio in occasione della gara tra Cpc-Montalto potrebbe vedere i club coinvolti in qualche operazione vantaggiosa per entrambe.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni