Cerca

l'intervista

Un Canale da combattimento. Graniero "Obiettivo salvezza"

Il nuovo tecnico della formazione gialloblù illustra il piano per la stagione che sta per iniziare

14 Agosto 2018

Il Canale Monterano al completo

Il Canale Monterano al completo

Chiamata ancora una volta a stupire, l’orgogliosa compagine gialloblù del Canale Monterano affila le proprie genuine armi, in vista dell’imminente campionato di Promozione.

Il Canale Monterano al completo


Venti giorni separano i ragazzi, diretti quest’anno da Antonio Graniero, dal debutto nel secondo massimo campionato regionale; evento possibile grazie all’epica salvezza ottenuta dal gruppo diretto da Riccardo Sperduti nel playout di Marina San Nicola vinto contro l’Atletico Ladispoli, poi ripescato.“Siamo -narra il tecnico di origini partenopee Graniero- ancora in fase allestimento: dal mercato ci auguriamo possa arrivare un classe 2000: il reparto Under va completato”. Carattere e grande rispetto per la maglia del proprio paese sono le virtù che contraddistinguono il Canale Monterano: con un sanguigno come Graniero tali caratteristiche saranno esaltate.“Non nego -prosegue l’ex tecnico di un Ladispoli spumeggiante qualche stagione fa in Eccellenza- che, solitamente, cerco di infondere alle mie squadre quella sana rabbia agonistica talvolta necessaria per colmare un’eventuale gap tecnico”.Il Canale Monterano però, oltre alla rinomativa tempra agonistica, può mettere in campo qualità.“Indubbiamente -afferma mister Totò Graniero- l’ossatura della squadra è buona sotto diversi aspetti: unire le soddisfacenti capacità tecniche tattiche al temperamento che, a me ribadisco, piace, può far sviluppare scenari interessanti per noi soprattutto sull’erba amica del Cesare D’Aiuto dove, storicamente, il Canale sa farsi ampiamente rispettare: l’obiettivo è, crescere sotto l’aspetto della fiducia in se stessi”.E, magari, centrare dopo due stagioni, una salvezza diretta, senza dover passare per gli spasmodici play-out.“Si -il club è, nella sua conformazione attuale giovane, la squadra ha delle certezze acquisite ma anche peculiarità su cui deve lavorare sodo col fine di fare passi avanti: buona volontà e doti non mancano ma sarà un campionato durissimo, forse il più tosto degli ultimi anni in Promozione. Difficile capire cosa può accadere: di sicuro il Canale Monterano venderà cara la pelle a tutti”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni