Cerca

Presentazione

Si alza il sipario sulla nuova Compagnia Portuale

Presentata ufficialmente la formazione biancorossa che sarà guidata da Paolo Caputo

17 Agosto 2018

Si presenta la CPC 2005

Si presenta la CPC 2005

Si presenta la CPC 2005

Costruita per volere di Papa Clemente XIII nellontano 1763, porta Livorno, splendida opera architettonica, situata all’internodel porto di Civitavecchia, ha abbracciato idealmente e incorniciato la prima squadra della Compagnia Portuale per la presentazione ufficiale alla piazza: la nave dei sogni, stagione 2018/2019, è così salpata.Nata per mettere in comunicazione il complesso Portuale con la parte nord di Civitavecchia, porta Livorno è un mezzo, una sorta di via d’accesso che, la famiglia calcistica rappresentante il Porto, ha inviato come messaggio all’intera comunità.Se il presente celebra la Cpc, la storia è la chiave che apre al futuro calcistico di questa città: la Cpc non si sente seconda a nessuno: nel suo genere, del resto, ha il dono della rarità.Saltata, o meglio, rimandata (così si mormora) la fusione col Civitavecchia: club che con le unghie e i denti rappresenta la città nel massimo campionato regionale, la Cpc ha rilanciato prepotentemente, senza proclami, evitando di mostrare, stavolta, un’ostentazione che, da DNA marittimo, non le appartiene.Concreta, solida, nel complesso pragmatica sotto ogni aspetto, la Cpc ha affidato la carica di direttore sportivo ad un asso riconosciuto nel Lazio come Sandro Fabietti, un uomo d’altri tempi, di pura sostanza che non ama apparire ma semplicemente costruire.La panchina è stata affidata a Paolo Caputo: vero e proprio cultore del gioco ricamato, col fraseggio da perseguire per aumentare l’autostima, stordire l’avversario e infine batterlo, in maniera nobile, quasi cavalleresca.Nello staff tecnico anche un ex calciatore professionista illustre, meticoloso e raffinato Massimiliano Di Luca, a cui è stato aggiunto un altro mister futuro (così lo ha definito scherzosamente ma non troppo Caputo) in rampa di lancio: Roberto Macaluso: entrambi, come Fabietti, lavorano, quasi silenziosamente, col rinomato tecnico ex Ostia Mare, per creare un’opera assai funzionale, oltre che esteticamente bella.La squadra ha mantenuto i pezzi da novanta Luigi Ruggiero, Riccardo Serpieri, Marco Bevilacqua e Stefano Loiseaux a cui sono stati aggiunti altri 4 top-player di spessore assoluto: Roberto Gimmelli, Thomas Funari, Stefano Gallo e Giuseppe Tabarini.La rosa al completo della Cpc annovera calciatori di valore indiscusso per la categoria.Sono state fatte, in sostanza, le cosiddette cose in grande.L’obiettivo, manco a dirlo, è arrivare primi nel girone A di Promozione ma, stavolta, le bocche, da parte dei tesserati, sono serrate in merito.Del resto, i curriculum di coloro che hanno impreziosito la Roja parlano, a gran voce, per conto proprio.Il countdown al campionato è partito: 15 giorni e sarà battaglia vera.Tutti vogliono lo scalpo della Cpc ma tutti, proprio tutti, temono al contempo la compagine di Caputo: un gruppo creato per la gloria assoluta. Gloria che, statene certi, i portuali cercheranno di conquistare con la furia, il talento e la rabbia di chi ha fame, una fame atavica di successo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni