Cerca

L'INTERVISTA

Castellucci sul derby ad Anitrella "Scherzo del calendario"

A sei giorni dalla stracittadina monticiana, il tecnico gialloblù confida nei buoni segnali emersi nel corso dei test estivi

27 Agosto 2018

Monte San Giovanni Campano, Ezio Castellucci

Monte San Giovanni Campano, Ezio Castellucci

Monte San Giovanni Campano, Ezio Castellucci

Stesso categoria, stesso girone, panchina diversa. Riparte dalla Ciociaria, esattamente da Monte San Giovanni Campano, la rincorsa di Ezio Castellucci -  tecnico dall'esperienza in club professionistici - all'Eccellenza. E scatta tra sei giorni, con uno scherzetto del sorteggio nel calendario, come ha sottolineato l'allenatore originario di Sora.

Domenica sarà subito derby con l'Anitrella, frazione monticiana dall'ottima tradizione calcistica. Dopo i test estivi la formazione gialloblù, rinforzata dagli arrivi di Grillotti e Fiorini - ex Casalvieri - nutre legittime speranze di risalire nell'élite del calcio laziale. 


Da Terracina a Monte San Giovanni Campano: stesso girone, rinnovate ambizioni con quale obiettivo?

"Disputare il girone D di Promozione per fare bene. In questo girone ci sono tantissime buone squadre e tantissime società agguerrite. Sarà un girone acceso e avvincente e non ci saranno partite facili. Tutte vorranno fare bella figura. Cominciando dalle pontine, tutte molto attrezzate. Anche l'Anitrella e il Real Cassino hanno tenuto una bella intelaiatura e la Mistral Gaeta ha allestito una squadra interessante".


È soddisfatto della campagna acquisti svolta  di comune accordo con il DS, Ernesto Terra?

"Abbiamo cercato di mantenere la squadra dello scorso anno, prendendo due ragazzi dal Casalvieri, Grillotti e il portiere Simone Fiorini insieme a Perrotti che ha giocato nell'Anagni, Abbiamo giovani interessanti, '98-'99-'00 che faranno la differenza nel girone, Siamo consapevoli di aver allestito una bella squadra e vorremmo sicuramente fare bene".


I test estivi, quello di Sora su tutti, hanno evidenziato un'ottima intesa tra i gialloblù. Domenica sarà già derby ad Anitrella: come arrivate all'inizio del campionato?

"Per fare già un derby vuol dire che qualcuno si è divertito a farci giocare un derby così sentito alla prima giornata. Ci arriviamo bene, consapevoli di essere una buona squadra e siamo certi di fare bene. I derby sono partite particolari, sentite. Cercheremo di fare del nostro meglio".




Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE