Cerca

L'INTERVISTA

Vigilia di derby ad Anitrella, Bottoni "Partita speciale"

L'allenatore neroverde, originario di Monte San Giovanni, domenica debutterà in casa. Con un pensiero ad Alfredo Raponi

27 Agosto 2018

ACD Anitrella 1955, Angelo Bottoni, ©GazReg

ACD Anitrella 1955, Angelo Bottoni, ©GazReg

ACD Anitrella 1955, Angelo Bottoni, ©GazReg

La stagione esaltante nel girone H di Prima Categoria, infiammata dal testa a testa con il Ferentino, non poteva non concludersi con l'inserimento dell'Anitrella nell'organico del campionato di Promozione 2018/2019. I ciociari di Angelo Bottoni, saranno protagonisti nel raggruppamento D e domenica il calendario ha riservato l'inizio più suggestivo possibile: al "Liri" si aprirà il sipario sul derby con il Monte San Giovanni Campano, partita unica per l'allenatore neroverde.


È arrivato l'atteso e meritato ripescaggio in Promozione: domenica debutto dalle sfumature speciali, derby con il Monte San Giovanni Campano. Siete pronti?

"Assolutamente sì, siamo pronti fisicamente e mentalmente per affrontare il derby. La nostra sarà una formazione equilibrata, scegliendo chi starà meglio e ho già in mente l'undici inziale".


Per lei, nelle vesti di ex, quali emozioni riserverà la gara del "Liri"? Si aspetta il pubblico delle grandi occasioni?

"Sicuramente il fatto che sia la prima di campionato frena il grande pubblico e la grande attesa. Per me è una partita diversa dalle altre. Abito a 10 metri dal campo di Monte San Giovanni Campano, ho allenato entrambe le squadre e ringrazio i Presidenti Sigisgmondi e Mastrantoni che mi hanno avuto anche come calciatore. Per me non sarà una partita come le altre.  Ci tengo a ringraziarli per le opportunità che mi hanno dato".


Quale ruolo potrà recitare la sua Anitrella nel girone D? Esageriamo a definirla possibile sorpresa e outsider nelle zone di vertice?

"Cercheremo di essere la sorpresa positiva del girone. Un girone duro ed equilibrato, cercheremo di collocarci sotto le prime tre, quattro favorite alla vittoria finale. Essere a ridosso delle prime cinque, sei posizioni sarebbe un ottimo risultato per noi".


Avete strappato alla concorrenza Francesco Cardinali, il bomber della cavalcata trionfale dell'Anagni fino alla D. Quanto saranno importanti i suoi gol, magari già da domenica?

"Francesco è un attaccante che si presenta da solo, basta leggere i suoi numeri per comprendere la sua caratura. La squadra è fatta del collettivo e se ci sarà quello ne beneficerà anche lui".


In chiusura, un pensiero per la scomparsa di Alfredo Raponi

"Domenica la mente, il cuore e le gambe saranno per Alfredo Raponi, nostro presidente, vicepresidente e dirigente storico, nonché padre di Martina. Giocheremo anche e soprattutto con lui e per lui".




Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni