Cerca

L'Intervista

Alatri, Ceci: "Salvezza difficile ma non impossibile"

Il ds dei ciociari racconta il momento della sua squadra, tra bilanci di metà campionato e l'obiettivo salvezza.

03 Gennaio 2019

Fabio Ceci, DS  dell'Alatri

Fabio Ceci, DS dell'Alatri

Fabio Ceci, DS  dell'Alatri

Campionato ancora lungo e complicato per l'Alatri, che al giro di boa si ritrova in undicesima posizione, con solo un punto in più sulla zona play-out.  Il DS Ceci spera che le feste abbiano portato la carica giusta per affrontare la restante parte di stagione, decisiva per le sorti dei frusinati.


Facciamo un passo indietro e ripartiamo dall'ultimo match del 2018: vittoria per 5-0 nello scontro diretto col Terracina.

"Un successo fondamentale per il morale. E'stata la nostra miglior partita stagionale, dominata sin dalle prime battute. Loro non erano in giornata e lo svantaggio iniziale non ha fatto che peggiorare le cose. Sono 3 punti molto importanti sopratutto a livello psicologico: aiuteranno sicuramente a rinsaldare nei ragazzi la fiducia nei propri mezzi".


Domenica andrete in trasferta sul campo del Monte San Giovanni Campano, in quello che, classifica alla mano, rappresenta un altro scontro diretto.

"Può essere considerato uno scontro diretto solo guardando la classifica, perché se si guardano i valori in campo è un'altra storia: loro sono partiti con l'obiettivo di vincere il campionato e sono sicuramente più attrezzati di noi. Sono una grande squadra che alla lunga verrà fuori. Dal canto nostro sarebbe importante uscire dal campo con un risultato positivo, in modo tale da allungare la striscia di risultati utili consecutivi".


Il girone d'andata è terminato. Avendo incontrato tutte le avversarie, che idea si è fatto del girone?

"Un girone complicato, molto più difficile rispetto allo scorso anno. Ci sono molte squadre accorpate in pochi punti a differenza della scorsa annata, quando a Gennaio c'era già qualche formazione fuori dai giochi"


Chance di salvezza?

"Non sarà facile. Bisognerà lottare fino all'ultimo, dando il massimo in ogni partita da qua a Maggio".


Il mercato si è appena concluso. Siete soddisfatti?

"Ci siamo difesi bene. Sono andati via alcuni ragazzi che desideravano più spazio, ma siamo stati bravi nel sostituirli. Abbiamo puntato un po' di più sull'esperienza, prendendo un portiere e due centrocampisti rodati per la categoria e andando a colmare delle lacune evidenziatesi nella prima parte di campionato".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE