Cerca

l'intervista

Fonte Meravigliosa, Montella: "A Ostia a testa alta per punti"

Il tecnico ex De Rossi a 360° sul suo nuovo club, sul girone e sul prossimo turno a casa della Pescatori del tecnico amico

24 Settembre 2019

Paolo Montella

Paolo Montella


Paolo Montella

Sette punti in tre gare, un inizio sicuramente positivo e un girone tutto da vivere, giornata dopo giornata. Ha parlato per noi il tecnico del Fonte Meravigliosa, Paolo Montella, al primo anno a via Vincenzo Drago dopo l'esperienza alla Polisportiva De Rossi. "Stiamo ragionando partita dopo partita, affrontando tutte le avversarie con lo spirito che ci deve sempre contraddistinguere. Dobbiamo restare un gruppo umile, dedito al sacrificio e consapevole della rifondazione in senso giovanile che ha subito quest'anno". Il Fonte arriva dal bel successo sulla Virtus Ardea, su cui Montella si esprime così: "Sapevamo che loro fossero una squadra tosta, con buonissime individualità, abituata a certi meccanismi con il proprio tecnico. Noi però siamo stati bravi a restare sempre compatti tra i reparti, a ripartire e uscire sempre meglio fuori alla lunga". Un successo che spiana la strada verso Ostia, dove a casa della Pescatori i suoi undici dovranno cercare la conitnuità di punti e identità: "Conosco il tecnico dei litorali, sarà un'altra battaglia perché loro giocano bene e ci offriranno un bel confronto. Una sfida dalla quale vorremo senza dubbio uscire a testa alta e strappare punti importanti". Inizia oggi la preparazione al quarto match stagionale, dunque, con dubbi sui disponibili, gli acciaccati e i rientranti: "D'Agostino, il capitano, domenica non è riuscito ad entrare, ne abbiamo altri due-tre in ripresa da affaticamenti precedenti il weekend scorso, rientrerà Remia e altri due ragazzi in prova dovranno comunicare la decisione di firmare o meno. Infine, Iosa e Perugini sono alle prese con dei piccoli traumi". Un quadro chiaro, idee e spirito ancora più netti che serviranno a questo Fonte di Montella per ben destreggiarsi nel Girone C. "Io credo che tra sei o sette gare inizieremo a vedere il livellamento verso l'alto: Terracina su tutte ma anche W3 e Morandi saliranno di livello, così come Monte San Biagio e Indomita dimostreranno di voler assestarsi nelle prime posizioni. Altre tre o quattro squadre daranno fastidio lì su e per il resto sarà bagarre per togliersi dalla zona playout. Noi ragioneremo sempre match dopo match per un campionato che sia il più tranquillo possibile".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE