Cerca

l'intervista

Botti, difensore goleador "E' un Torrenova tutto nuovo"

Doppietta per l'ex Vicovaro, che non dimentica il suo passato, ma rilancia gli obiettivi del club bianconero

17 Dicembre 2019

Matteo Botti, 2 gol domenica ©DeCesaris

Matteo Botti, 2 gol domenica ©DeCesaris

Matteo Botti, 2 gol domenica ©DeCesaris

Di solito i gol è abituato ad evitare che gli avversari li segnino, ma non ha mai disdegnato di colpire anche in area avversaria. Una vecchia abitudine che ha conservato anche in maglia Torrenova e che ha rispolverato domenica contro il Torre Angela. Matteo Botti è un centrale classico, dalla struttura massiccia e non è un caso, viste le qualità, che i club che puntino al grande salto si affidino a lui. L'anno scorso è toccato al Vicovaro, ora è in bianconero. Con gli arancioverdi l'Eccellenza non è arrivata, agli ordini di Russo spera il finale possa essere diverso "Mi è già capitato di andare a segno, per me non è una novità, in una stagione ero riuscito anche segnarne 7. Ovviamente fa sempre piacere, ma più che altro è bello aver aiutato la squadra a vincere" Una squadra che si sta riprendendo dopo un mese orribile "Sì, proprio così. Abbiamo perso molto terreno nei confronti delle zone alte. Non sappiamo darci una spiegazione plausibile per un simile rendimento. Sicuramente la mancanza continua di risultati ci ha anche fatto perdere qualche certezza in mezzo al campo. Poi è intervenuto il mercato ed abbiamo ripreso a giocare come sappiamo. Sono arrivate due vittorie consecutive (con Giardinetti e Torrenova) e siamo più o meno tornati in carregiata. Il club è stato molto bravo in queste operazioni e devo dire che tra entrate ed uscite non abbiamo perso spirito e ci siamo subito amalgamati bene". Un gruppo pronto per lottare fino alla fine per l'Eccellenza, ma contro chi? "Io credo che le avversarie più forti siano Ferentino, Lupa e Monte San Giovanni. Le prime due giocano con una difesa a tre, ma con caratteristiche diverse. Pippnburg è un tecnico esperto e sa come si gioca in questo campionato. Sono una squadra rodata e per questo molto pericolosa. Pace è giovane, ma sta facendo un grande lavoro sui giovani e poi ha dei giocatori importantissimi nelle ripartenze, come Muzzi e Pompili. Infine il team di Bottoni, forse meno forte dal punto di vista qualitativo, ma sicuramente molto ben strutturato fisicamente e come mentalità". Eccellenza per cui ha lottato col Vicovaro "E' un capitolo che si è chiuso, ora ce n'è uno nuovo. Sicuramente la maglia arancioverde mi è rimasta nel cuore, l'atmosfera del Berenghi non si trova ovunque. L'anno scorso penso che il girone B fosse più difficile, tanto è vero che squadre come Tivoli e Palestrina ora sono in Eccellenza. Quest'anno mi sembra meno tosta la lotta e auguro loro di poter arrivare fino in fondo. Con alcuni giocatori mi sento ancora ed Orati è un grande tecnico. Possono farcela, me lo auguro. Così come penso possa farcela anche il Torrenova. Ci siamo rinnovati molto e possiamo lotare fino alla fine". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE