Cerca

L'INTERVISTA

Paolessi lancia il Canale: "Gruppo di grande qualità"

Il centrocampista di Graniero analizza il grande campionato di cui si stanno rendendo protagonisti i gialloblù

14 Gennaio 2020

Canale Monterano, Paolessi ©De Luca

Canale Monterano, Paolessi ©De Luca

Canale Monterano, Paolessi ©De Luca

Tonino Graniero lo aveva detto ad Agosto che il suo Canale Monterano poteva essere protagonista nell’attuale girone A. Il processo di crescita della squadra gialloblù c’è stato: spalmato nel tempo. Ad oggi il Canale Monterano è sesto a dieci punti da un sogno forse irraggiungibile e mai realmente auspicato, il primo posto ma a sole due lunghezze dalla terza piazza e dunque dai play-off: “Siamo un gruppo - esordisce il forte centrocampista Alessandro Paolessi - che ha evidenti qualità in ogni reparto. Il momento che stiamo attraversando è senza dubbio positivo e i giovani stanno crescendo”. I veterani presenti in rosa sono una garanzia sotto ogni aspetto: ora che tutta la squadra ha acquisito consapevolezza il podio finale non è più utopia. “Nelle ultime tre gare abbiamo raccolto sette punti - prosegue l’ex Monti Cimini - avere continuità di risultati in questo raggruppamento può rivelarsi determinante perché nel complesso c’è davvero tanto equilibrio”. La vittoria della possibile svolta può essere proprio quella ottenuta nella prima di ritorno al Maremmino dove l’undici di Graniero ha riscattato la sconfitta patita al D’Aiuto alla prima giornata. “Sì - prosegue Paolessi - i tre punti conquistati sul campo della Pescia Romana rappresentano il viatico migliore in vista del prossimo match interno che disputeremo ad Oriolo Romano contro la CSL Soccer. Naturalmente punteremo ai tre punti: se vogliamo arrivare in alto dobbiamo essere ambiziosi e anche un filo sfacciati perché le potenzialità per collezionare successi di certo non ci mancano”. Conteso da diverse società importanti sia durante il mercato estivo che in quello invernale, Paolessi ha deciso di sposare il progetto del club che rappresenta il paese in cui è nato e vive: “Ho fatto una scelta ponderata perché credo fortemente che possiamo costruire qualcosa di concreto e prestigioso anche in una realtà diciamo piccola come la nostra: dobbiamo crederci e continuare ad acquisire fiducia come collettivo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni