Cerca

l'intervista

Canale Monterano, Graniero: "Sognare non costa nulla..."

Parola al tecnico dei gialloblù, reduce da dieci punti nelle ultime quattro uscite e sempre più in alto in classifica

23 Gennaio 2020

Graniero (©Torrisi)

Graniero (©Torrisi)

Graniero (©Torrisi)

Canale Monterano è un piccolo paese di circa quattromila abitanti fieramente attaccati alle tradizioni. Sei contrade caratterizzano il borgo: durante l'estate si affrontano in un torneo molto rinomato, a cui partecipano diversi calciatori illustri del panorama dilettantistico. Il Cesare D'Aiuto, impianto con fondo in erba naturale, ospita il famoso torneo ma è anche la sede di gioco (ora purtroppo temporaneamente no per il logoramento del fondo causa maltempo ndr) dei gialloblu di Antonio Graniero che con orgoglio e profitto, vivono l'avventura nella Promozione laziale. ''Gli abitanti di Canale Monterano - esordisce Graniero - sono persone che hanno cuore da vendere: gente semplice, rara da trovare oggi. Fare calcio in un luogo così pieno di storia e senso di appartenenza, appunto al luogo, ha un suo particolare fascino''. Il teatro che accoglie solitamente Barluzzi e compagni è una riserva naturale rimasta intatta praticamente nei secoli: i tifosi che seguono le gesta dei gialloblu, ad oggi, stanno vivendo un sogno sportivo, all'interno di un'ambiente, verrebbe da dire fiabesco, tra le famigerate rovine di Monterano e le solfatare che alimentano le lussuose terme di Stigliano. ''Fare calcio qua al Canale Monterano -prosegue il noto mister di origini partenopee - non è come farlo da altre parti. Abbiamo un budget ben definito, puntiamo sul senso di appartenenza al luogo e dunque alla maglia. Affrontiamo con dignità problematiche anche logistiche dovute al fattore climatico ma andiamo avanti serenamente con tanta fiducia nei nostri umili mezzi''. Nelle ultime quattro partite sono risultati ben 10 i punti raccolti dalla compagine gialloblu: un rendimento magnifico che vale il quarto posto parziale: i play-off sono ad un punto. ''Sognare - narra l'ex mister del Ladispoli - non costa nulla ma noi siamo ben consapevoli che di club ambiziosi e prestigiosi, nel girone A ce ne sono parecchi. Città di Cerveteri e Fiumicino stanno dando continuità che in un raggruppamento del genere è essenziale ma Luiss, Tolfa, Fregene-Maccarese, Nuova Pescia Romana, Grifone Gialloverde e in ultimo dico, perché per me è la squadra più forte, Vigor Acquapendente, non sono da meno per cui è una lotta aperta a tutti per i primi tre posti. Noi proveremo a dire la nostra fino alla fine in funzione del sogno che citavo prima: abbiamo il vantaggio di poterlo fare senza pressioni''. Per la truppa di Graniero ecco all'orizzonte due gare chiave col team di Ceccarelli e quello di Ledesma: Fregene Maccarese e Luiss hanno entrambe collezionato solo vittorie dalla sedicesima giornata in poi. ''Se facciamo quattro punti - conclude Graniero - nei prossimi due match allora possiamo veramente divertirci''. Magari come faceva il famosissimo attore romano Alberto Sordi mentre sulle rovine di Monterano girava negli anni ottanta le riprese di un film che ha fatto storia: Il Marchese del Grillo. Sognare e fantasticare, come dice il buon Graniero, del resto non costa veramente nulla.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE