Cerca

focus

Tutti i numeri del Ferentino: al comando grazie a...

La formazione di Pippnburg era una delle candidate più forti per la promozione diretta ad inizio anno. Al momento è affiancata dal MSGC

24 Marzo 2020

Ferentino,sogno Eccellenza

Ferentino,sogno Eccellenza

Ferentino,sogno Eccellenza

Ai nastri di partenza del campionato il Ferentino, guidato dall'uomo dei record Francesco Pippnburg era una delle formazioni più quotate per la promozione diretta in Eccellenza ed il cammino degli amaranto fino allo stop della stagione ha testimoniato la bontà della rosa e del lavoro svolto, tant'è che insieme alla W3 Roma Team è l'unica capolista ad aver raggiunto anche le semifinali di Coppa.  Il Ferentino ha fatto sentire subito forte la sua voce, vincendo all'esordio sul difficilissimo campo di Colleferro ed infilando poi tre successi di fila (il record stagionale è di 4 fatto registrare dalla sesta alla nona giornata). Il blitz al Caslini ha avuto poco seguito successivamente nei match lontani dal Comunale, con i gigliati che hanno conquistato fuori casa 22 dei 57 punti fin qui con tre sconfitte nel girone d'andata ma nessuna al ritorno.. Praticamente perfetto invece il rendimeto interno, con 35 punti conquistati senza alcuna sconfitta con 33 gol fatti e soltanto 8 subiti a cesellare il dominio al Città dello Sport, purtroppo a porte chiuse per gran parte della stagione. Una difesa che è stato il punto di forza del Ferentino e che per lunghi tratti del campionato ha fatto registrare il primato di miglior rendimento di tutto il torneo cadetto, prima delle ultime settimane in cui la formazione di Pippnburg ha dato qualche segnale di cedimento con otto reti incassate nell'ultimo mese. Il campionato del Ferentino ha visto i ciociari sempre almeno dentro la zona play off, con  gli amaranto che non sono mai andati al di sotto del terzo posto trascinata anche e soprattutto dai gol di Francesco Ambrifi andato a segno per 16 volte in stagione. Un giocatore che da solo ha fatto conquistare con i suoi gol 12 punti, risultando decisivo con un suo centro almento quattro volte. Suo dunque più del 31% dei gol della squadra e la firma sul 21% dei punti in classifica. Rendimento difensivo alto che non significa solo non subire gol (12 gare col clean sheet portato a casa consecutivamente in due occasioni per tre giornate al massimo) ma anche giocatori capaci di dare sicurezza palla al piede come Gianmarco Cestra, autentico playmaker dei primi 16 metri. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE